Monthly Archives

marzo 2016

Carla Casciari (Pd) 3

BILANCIO 2016: 30MILA EURO PER IL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE E 100MILA PER L’INVECCHIAMENTO ATTIVO

By | Attività Istituzionale, Comunicati stampa | No Comments
Carla Casciari (Pd) 3“Stanziare trenta mila euro per il sostegno alla diffusione della cultura del commercio equo solidale in Umbria e cento mila euro per l’invecchiamento attivo”. Sono questi gli emendamenti al Bilancio 2016 presentati dal consigliere regionale Carla Casciari(Pd) durante la seduta della Prima commissione consiliare (link: http://goo.gl/jLBkOd(link is external)).
“Il commercio equo solidale – spiega Casciari – con la legge regionale ‘3/2007’ ha avuto un importante strumento di diffusione per un’economia che promuove la dignità ed i diritti dei produttori e dei lavoratori, la tutela dell’ambiente e lo sviluppo sostenibile. La legge ha consentito la realizzazione della giornata regionale del commercio equo solidale che coincide con la manifestazione ‘Altro Cioccolato’ ed il sostegno a progetti educativi rivolti alle scuole ed alla cittadinanza. La realizzazione di tali attività ha creato di fatto il primo nucleo di una rete di economia solidale che mette in relazione realtà dell’agricoltura sociale, biologica e a chilometro zero, del turismo sostenibile e responsabile, della cooperazione sociale e dell’associazionismo in genere, realtà che rappresentano anche un importante sostegno all’inclusione sociale e all’integrazione socio-lavorativa di categorie svantaggiate”.
“In merito all’invecchiamento attivo – spiega ancora Casciari in merito al secondo emendamento che è stato presentato congiuntamente ai consiglieri di maggioranza Attilio Solinas e Gianfranco Chiacchieroni – la Regione Umbria con la legge regionale ’14/2012′ ha voluto valorizzare l’anziano come risorsa in termini di competenze manuali ed intellettuali, promuovendo attraverso l’emanazione dei bandi le progettualità territoriali nell’ambito degli indirizzi e delle azioni principali prese in considerazione dalla legge”.
(Fonte Acs News, 30 marzo 2016)
Carla_AssembleaLeg2

AMBIENTE: SU VALNESTORE NON CREARE ALLARMISMO NÉ TANTOMENO STRUMENTALIZZAZIONE POLITICA

By | Attività Istituzionale, Comunicati stampa | No Comments

Carla_AssembleaLeg2“La presenza di rifiuti non degradabili sia in superficie che nella profondità del terreno compromette sicuramente l’integrità dell’ambiente e le autorità preposte devono svolgere ogni tipo di controllo anche per evitare qualsiasi conseguenza per la salute umana, ma non è utile creare allarmismo né tanto meno fare strumentalizzazione politica”: lo sostengono i consiglieri regionali del Partito democratico Attilio Solinas e Carla Casciari, a proposito delle notizie di stampa che mettono in correlazione il ritrovamento dei rifiuti con l’incidenza dei tumori negli abitanti della Valnestore.

“Crediamo sia inopportuno – sostengono Solinas e Casciari – lanciare segnali di allarme affermando che c’è un incremento della prevalenza e dell’incidenza di tumori in un determinato territorio collegata all’inquinamento del terreno. È necessaria un’analisi approfondita su quanto è stato depositato nel terreno, in particolare per quanto concerne la lignite, il materiale estratto dalla cava per decenni, potenziale fattore di rischio ma sul quale va rilevata l’effettiva cancerogenicità e tossicità in generale. Bisogna poi considerare possibili altri elementi rilevabili nell’analisi scientifica del terreno, che deve essere molto dettagliata, con la finalità di rilevare eventuali fattori tossici o cancerogeni. Occorre inoltre considerare l’effetto  trascinamento prolungato negli anni, che determina il manifestarsi delle conseguenze sulla salute delle persone anche dopo 20 o 30 anni dall’esposizione”.
“La principale autorità sanitaria – ricordano Solinas e Casciari – in questo caso la Usl Umbria 1, è chiamata a attuare una rassegna esaustiva dei fattori di rischio presenti sul terreno, l’eventuale inquinamento della falda acquifera e l’identificazione, con metodologia rigorosamente scientifica, di eventuali danni espletati nei confronti della popolazione residente sul territorio. Per quanto riguarda le percentuali dei tumori in un determinato territorio, va considerato anche che in una popolazione numericamente circoscritta, anche uno o due casi in più rispetto alla media possono alterare le valutazioni, ma non per questo si deve arrivare a un allarmismo ingiustificato. Ciò non vuol dire che il problema non sia serio anzi, debbono essere condotti tutti gli accertamenti necessari. Anche in merito alle responsabilità delle passate amministrazioni della Valnestore, comunque evitando la mera e ritrita strumentalizzazione politica”.
(Fonte Acs News, 30 marzo 2016)
mensa scolastica 2(3)

ASILI NIDO: NECESSARIA ATTIVAZIONE DELL’AVVISO PUBBLICO PER LE FAMIGLIE SUL SOSTEGNO AL PAGAMENTO DELLE RETTE DEI SERVIZI DI PRIMA INFANZIA

By | Attività Istituzionale, Comunicati stampa | No Comments

mensa scolastica 2(3)La Giunta regionale proceda all’attivazione di un buono di accesso, di valore proporzionale all’Isee, per il rimborso delle rette pagate dalle famiglie per i servizi di prima infanzia per l’anno educativo 2014/2015, impegnando le risorse del Programma operativo regionale per il Fondo sociale europeo. Lo chiede, con una interrogazione, il consigliere regionale del Partito democratico Carla Casciari, spiegando che “l’ultimo avviso emanato è relativo all’anno educativo 2013-2014 ed ha visto l’erogazione di 1.644 sostegni alla frequenza ad altrettanti giovani genitori, coprendo tutte le richieste pervenute”.

Casciari osserva che “la crisi economica, in particolar modo quella del settore occupazionale, ha penalizzato i contratti al femminile, ha determinato impatti sociali inediti. Nuovi segmenti della popolazione composti in larga parte da giovani famiglie sono diventati vulnerabili. Si è assistito ad una crescente difficoltà al pagamento delle rette per la frequenza al nido, nonostante una disponibilità del numero dei posti offerti dalla rete regionale dei servizi per la prima infanzia. Negli ultimi anni la Regione Umbria ha emanato avvisi pubblici annuali per il sostegno parziale alla frequenza ai servizi di prima infanzia con un rimborso da 300 a 500 euro per ogni bambino frequentante”.

Per il consigliere regionale andrebbe dunque emanato un nuovo bando, per l’anno educativo 2014/2015, utilizzando le risorse del Programma operativo regionale per il Fondo sociale europeo che, tra le azioni per l’inclusione sociale e la lotta alla povertà, prevede fondi per agevolare l’accesso delle famiglie ai servizi, che rappresenta “una condizione essenziale per la gestione familiare oltre che rappresentare uno strumento di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro”.

(Fonte Acs News, 23 marzo 2016)

RE.LEG.GART

WELFARE: RE.LEG.GART ESEMPIO DI BUONA PRATICA NELL’INTEGRAZIONE DELLE PERSONE CON DISABILITÀ

By | Attività Istituzionale, Comunicati stampa | No Comments

margherite“Intorno alla Re.leg.art che opera a Perugia dal 1981 si è creato un microcosmo che vede questa cooperativa onlus bene integrata con il tessuto cittadino e aperta verso l’esterno, con linee di produzione che trovano riscontri positivi sul mercato dell’arredamento e dell’abbigliamento. Un vero esempio di ‘buona pratica’ che restituisce alla Città un’eccellenza per l’integrazione delle persone con disabilità”. Così la consigliera regionale Carla Casciari (PD) all’indomani della sua visita al laboratorio aziendale.

“Da oltre 35 anni Re.leg.art (Restauratori legatori artigiani) – spiega Casciari – rappresenta un modello per l’integrazione socio-lavorativa delle persone con disabilità, in un sistema che le vede partecipare attivamente, ciascuna secondo le proprie abilità, alle attività della cooperativa che si occupa di rilegatura di testi, lavorazione delle pelli e creazione di oggetti unici che si propongono anche sul mercato nazionale e internazionale come elementi di design di alta qualità oltre che di incalcolabile valore etico-sociale”.

Secondo Casciari “Il modello di integrazione promosso da Re.le.gart. va oltre la consueta assistenza, sostenendo l’idea che una persona con disabilità ‘può fare’ e ‘deve fare’, attraverso il trasferimento di abilità atte all’inserimento lavorativo e rendendo quindi possibile l’acquisizione di un’autonomia. E sempre più numerose – sottolinea – sono le esperienze che si vanno strutturando in altri settori di economia sociale”.

“Ritengo che questo modello d’inclusione socio-lavorativa – spiega Casciari – debba rappresentare il futuro dei percorsi di integrazione per i disabili, in particolare di quelli adulti. Si costruisce così un progetto di vita e di partecipazione alla socialità – conclude – che supera il mero assistenzialismo e la presenza saltuaria presso i centri diurni, in quanto restituisce alla persona una dignità, rendendola parte di un percorso produttivo che allo stesso tempo consente di generare un capitale umano e sociale”.

(Fonte Acs News, 22 marzo 2016)

casciari_jpg

VITTIME MAFIA: L’UMBRIA TIENE ALTA LA CULTURA DELLA LEGALITÀ, IN PARTICOLARE CON LE NUOVE GENERAZIONI

By | Attività Istituzionale, Comunicati stampa | No Comments

casciari_jpg“Il successo e la partecipazione alla manifestazione promossa dall’associazione Libera ci dà il senso che anche l’Umbria, e in particolare l’Umbria delle nuove generazioni, tiene alta la cultura della legalità. Tanti erano i giovani presenti questa mattina in piazza IV Novembre a manifestare con le bandiere e slogan contro la mafia. Combatterla è una responsabilità della politica, prima di tutto, ma anche della società civile perché la cultura ‘mafiosa’ potrebbe essere ovunque”: è quanto dichiara Carla Casciari, consigliere regionale del Pd, in occasione della 21esima Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, celebrata questa mattina a Perugia, che ha visto il capoluogo umbro protagonista insieme a Messina e Torino delle manifestazioni.

“Domani all’ordine del giorno dell’Assemblea legislativa – prosegue Casciari – ci sarà la costituzione della Commissione regionale per le infiltrazioni mafiose. Si tratta di un organismo importante perché consentirà di svolgere indagini ed approfondimenti, e sostenere le azioni delle autorità competenti necessarie a prevenire ed ostacolare attività criminose. La Regione Umbria – conclude – già in passato ha dimostrato la sua sensibilità nei confronti di questa tematica con la legge regionale ’11/2010′, che ha riconosciuto il 21 marzo quale giorno simbolo dell’impegno antimafia in ricordo delle vittime innocenti della criminalità organizzata”.
(Fonte Acs News, 21 marzo 2016)

QUESTION TIME: REALIZZAZIONE NUOVA ROTATORIA LUNGO STRADA PROVINCIALE 174 REALIZZAZIONE NUOVA ROTATORIA LUNGO STRADA PROVINCIALE 174 PONTE FELCINO

By | Assemblea Legislativa, Comunicati stampa | No Comments

I consiglieri regionali Carla Casciari (Partito democratico) e Silvano Rometti (Socialisti e Riformisti), con una interrogazione discussa nella seduta odierna di question time dell’Assemblea legislativa, hanno chiesto gli intendimenti della Giunta regionale in merito alla realizzazione di una nuova rotatoria lungo la strada provinciale 174 di Ponte Felcino “al fine di migliorare la viabilità di un tratto di strada altamente trafficato e d’importanza strategica per l’accesso ad aree urbane ed industriali della zona di Ponte Felcino e Ponte Valleceppi”.

L’assessore regionale Giuseppe Chianella, nella risposta, ha spiegato che “si tratta di una strada provinciale e che quindi rientra, tecnicamente, nella competenza specifica della Provincia di Perugia”, e che l’intervento “non è presente nell’attuale programmazione regionale e non è stato neanche oggetto di specifiche richieste da parte dell’Ente titolare della strada né da parte del Comune di Perugia”.
Nella presentazione in Aula dell’atto, Casciari ha evidenziato che la strada in questione, cosiddetta della Molinella, attraversa la zona di industriale di Ponte Felcino e si connette alla superstrada E45, e che è una strada molto trafficata anche in ragione della presenza di molti stabilimenti industriali e commerciali che, per le loro attività, concentrano nella zona un significativo volume di traffico. “Soltanto lo stabilimento di Pac 2000A – ha rimarcato l’interrogante – movimenta una media quotidiana di oltre 400 mezzi pesanti e oltre 950 autovetture. Inoltre la strada in questione obbliga ad un percorso articolato per l’accesso ai due sensi di marcia, un tragitto che consta anche di due sottopassaggi e non è certo agevole per autocarri e autoarticolati. La sistemazione della viabilità dell’area  è una necessità anche per la sicurezza stradale”. Casciari ha quindi spiegato che “in entrambi di lati della strada ci sono spazi e terreni disponibili alla realizzazione di una rotatoria di raggio adeguato”.
L’assessore Chianella ha sottolineato “l’esiguità delle risorse disponibili” e che “i programmi di investimento sulla viabilità effettuati negli ultimi anni hanno dovuto privilegiare gli interventi di manutenzione straordinaria,  piuttosto che interventi di nuova costruzione e potenziamento, come lo sarebbe appunto la realizzazione di una rotatoria. Tuttavia  – ha aggiunto l’assessore – l’intervento potrà essere  tenuto in considerazione nelle prossime programmazioni” poiché, ha precisato, “va tenuto conto del traffico intenso presente in questo tratto di strada. Pertanto – ha assicurato – la Giunta si impegna a promuovere un tavolo tecnico con la Provincia di Perugia, il Comune di Perugia e  l’Anas per verificare la disponibilità dei terreni e verificare attentamente i flussi di traffico in questo tratto stradale, nonché redigere un primo studio di fattibilità dell’opera al fine di poterlo inserire nelle programmazioni regionali”.
Casciari, nell’intervento di replica, ha assicurato l’impegno a vigilare su quanto detto dall’assessore e a “sensibilizzare il Comune di Perugia per porre l’attenzione su un’area importante come questa, sede di importanti insediamenti industriali”.
(fonte Acs News, 15 marzo 2016)
carlacasciari_

SANITÀ: UMBRIA ECCELLENZA NELLA LOTTA AI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE

By | Attività Istituzionale, Comunicati stampa | No Comments

carlacasciari_In occasione della odierna “Giornata nazionale del fiocchetto lilla”, dedicata alla sensibilizzazione e alla prevenzione dei disturbi del comportamento alimentare, il consigliere regionale Carla Casciari (Pd) rileva che “anche in questo l’Umbria conferma di essere un’eccellenza”.

Casciari sottolinea che “sempre più umbri soffrono di disturbi del comportamento alimentare (Dca): negli ultimi anni il numero dei casi è aumentato del 300 per cento. A soffrirne sono soprattutto i giovani e le donne. I fattori che li determinano sono molteplici: di natura psicologica, familiare, culturale e dipendono anche da una vulnerabilità genetica”.
“Solo sul territorio dell’Usl Umbria1 – prosegue – abbiamo quattro centri che si occupano di queste patologie di cui due, il centro Dca di palazzo Francisci a Todi e quello del disturbo da alimentazione incontrollata ed obesità di Città della Pieve, sono accreditati a livello nazionale e le cui competenze dell’equipe integrata sono esportate anche in altre nazioni del Mediterraneo. Eccellenze che si occupano non solo dell’aspetto prettamente sanitario ma che prendono in carico la persona affetta da tali disturbi e la sua famiglia, spesso disorientata. I pazienti che si rivolgono a questi centri sono sempre più giovani e provengono da diverse regioni italiane. Anoressia e bulimia sono patologie che fino a dieci anni fa erano tenute in minore considerazione rispetto ad altre che presentano percentuali di mortalità ben più alte, ma il forte aumento dei casi registrati in pochi anni ha fatto sì che la scienza e la medicina cominciassero in tutto il mondo a ricercare le cause anche genetiche di tali disturbi”.
“Dal 2012 – aggiunge il consigliere Pd – le Usl Umbria 1 e 2, la Regione Umbria e l’Università degli Studi di Perugia, l’Associazione dei familiari Dca ‘Mifidodite’, con la collaborazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto, stanno realizzando uno screening genetico in Umbria che ha come obiettivo quello di portare un contributo alla ricerca mediante l’identificazione di polimorfismi in geni candidati potenzialmente implicati nella suscettibilità all’insorgenza di Dca e in particolar modo anoressia e bulimia nervosa”.
“Ben vengano quindi – conclude Carla Casciari – iniziative come quelle promosse oggi in Umbria, come la colorazione lilla dell’acqua di alcune fontane, allo scopo di informare su questi fenomeni e portare alla luce i problemi connessi a quelle che sono vere e proprie patologie, ma che ancora vengono sottovalutate da chi ne soffre e dalle loro famiglie”.
(Fonte Acs News, 15 marzo 2016)
consiglio regionale

POLITICA: IL RIENTRO DI BARBERINI IN GIUNTA PASSO INDISPENSABILE PER LA RICOMPOSIZIONE DEGLI EQUILIBRI

By | Attività Istituzionale, Comunicati stampa | No Comments

consiglio regionale“La dialettica, a volte ricca di toni aspri,  interna al gruppo consiliare del Partito Democratico in Regione, naturale confronto tra sensibilità politiche plurali, deve trovare al più presto una sintesi nella responsabilità di governo che i cittadini umbri ci hanno assegnato alle ultime consultazioni elettorali”. Commentano così i consiglieri regionali del Partito democratico Attilio SolinasCarla Casciari all’indomani dell’ennesima riunione del gruppo regionale.

“Una Regione  che – affermano i due consiglieri – si sta rialzando da una crisi economica e sociale, ma che deve ancora fare i conti con gravi problematiche industriali, ha bisogno di una visione lunga che superi le  questioni contingenti e vada al di la dei personalismi e delle istanze ‘correntizie’. L’innovazione, con la quale si sono riempite le cronache della stampa locale, dovrà essere praticata con atti di governo concreti, che sappiano incidere sulla quotidianità delle imprese, dei servizi ai  cittadini, proseguendo nell’azione di razionalizzazione già avviata. Innovazione nella Sanità umbra vuol dire riorganizzazione e aggiornamento nell’offerta dei servizi, contrasto all’inappropriatezza, valorizzazione delle professionalità, selezione meritocratica a tutti i livelli e partecipazione degli operatori e dei cittadini alle scelte di programmazione (democrazia sanitaria). Per realizzare tutto questo – proseguono Solinas e Casciari –  non serve una competizione sui nomi dei manager, ma una decisa e incisiva volontà della Politica e dell’amministrazione regionale di attuare le riforme più volte definite  e  delineate “nero su bianco” negli ultimi piani sanitari e nella legge approvata nel 2012, che comprende anche  l’attivazione delle Aziende Ospedaliero-Universitarie dell’Umbria. I manager sanitari appena nominati hanno il dovere di realizzare, quale priorità del loro mandato amministrativo, quello che la politica e i cittadini umbri si aspettano da loro. La crisi di maggioranza determinatasi sulle nomine dei manager sanitari deve essere superata nel più breve tempo possibile, facendo leva sul senso di responsabilità istituzionale dei consiglieri eletti dai cittadini, puntando ad una ricomposizione degli equilibri di Giunta e ritrovando un rapporto di piena fiducia e stima reciproca tra i consiglieri, quale era  presente all’inizio della legislatura”.
“Il rientro del consigliere Barberini in Giunta – concludono – è un passo indispensabile affinché si attui questa  ricomposizione: solo successivamente potranno risolversi le questioni legate ai dirigenti della Regione. Barberini possiede l’autorevolezza e l’esperienza politica necessarie affinché il quadro riacquisti la piena armonia e gli consenta  la prosecuzione del lavoro avviato in piena autonomia, verso la completa definizione del nuovo Piano sanitario regionale, del progetto di riorganizzazione e razionalizzazione della rete territoriale socio-sanitaria, del Piano per la non autosufficienza, veri terreni  di sfida per un governo dell’innovazione”.
(Fonte Acs News, 3 marzo 2016)
il_punto_con_casciari_e_de_vincenzi

INFORMAZIONE ISTITUZIONALE: CRISI POLITICA IN REGIONE, UNIONI CIVILI, RIFORMA DELLA SCUOLA

By | Attività Istituzionale, Comunicati stampa | No Comments
il_punto_con_casciari_e_de_vincenziIn onda il numero 265 de “Il Punto”(link is external), Settimanale televisivo di approfondimento curato dall’Ufficio stampa dell’Assemblea legislativa dell’Umbria, in onda sulle televisioni locali e sulla rete internet https://youtu.be/Bk5r8NlDS4c (link is external)
Crisi politica in Regione, Unioni civili, riforma della scuola: su questi temi si sono confrontati i consiglieri regionali Carla Casciari (Pd) e Sergio De Vincenzi (Rp). La trasmissione è stata condotta da Paolo Giovagnoni, giornalista dell’Ufficio stampa dell’Assemblea legislativa.
“Il Punto” va in onda settimanalmente sulle seguenti emittenti televisive umbre:  RtuAquesio, mercoledì 2 marzo ore 19.30, giovedì 3 marzo ore 17; Umbria 1, mercoledì 2 marzo ore 20.30, venerdì 4 marzo ore 12.15; Rete Sole, mercoledì 2 marzo ore 21.00, giovedì 3 marzo ore 20.30; Tef Channel, mercoledì 2 marzo ore 19.35, domenica 6 marzo  ore 18.25; Tele Galileo, giovedì 3 marzo ore 13.30, venerdì 4 marzo ore 17.20; Tele Radio Umbria Viva, giovedì 3 marzo ore 20.30, venerdì 12 febbraio ore 16.30; Tevere Tv, mercoledì 2 marzo ore 18.00, venerdì 4 marzo ore 18.00; Umbria Tv, mercoledì 2 marzo ore 22.15, giovedì 3 marzo ore 20.30; Trg mercoledì 2 marzo ore 22.30, venerdì 4 marzo ore 14.30 (la trasmissione è stata registrata martedì 1 marzo 2016).
Carla_AssembleaLeg2

SANITÀ: BUON LAVORO AI NUOVI DIRETTORI DELLE AZIENDE SANITARIE

By | Attività Istituzionale, Comunicati stampa | No Comments

Carla_AssembleaLeg2“Auguro ai nuovi direttori generali delle due Aziende Unità sanitarie locali e delle due Aziende ospedaliere dell’Umbria un buon lavoro. Auspico che il loro impegno quotidiano sappia coniugare al crescente bisogno di risposte da parte dei cittadini la valorizzazione delle risorse umane e strumentali, sostenendo le professionalità del settore sanitario, promuovendo una sanità pubblica universale, ancor più efficiente e sempre più vicina alle persone”. È quanto dichiara il consigliere regionale del Partito democratico Carla Casciari.

(Fonte Acs News, 1 marzo 2016)