Monthly Archives

ottobre 2016

consiglio regionale

LAVORI D’AULA: APPROVATA ALL’UNANIMITÀ LA PROPOSTA DI RISOLUZIONE PER L’IMMEDIATA ATTIVAZIONE DELL’OSSERVATORIO REGIONALE SUL MOBBING

By | Assemblea Legislativa, Senza categoria | No Comments

L’Aula ha approvato all’unanimità la proposta di risoluzione illustrata nella seduta precedente dalla consigliera Carla Casciari (Pd), di iniziativa della Terza Commissione consiliare, che mira alla “immediata attivazione dell’Osservatorio regionale contro iI mobbing, previsto dalla Legge regionale ’18/2005′ (confluita nel Testo unico in materia di sanità) quale importante luogo di studio del fenomeno e monitoraggio delle iniziative intraprese a contrasto ma, ad oggi, ancora inesistente”.

SCHEDA
“Il mobbing rappresenta un problema sociale e rende necessario un intervento volto a prevenire e sanzionare una condotta che produce danni alla salute fisica e psichica del lavoratore e, nei casi più gravi, è causa di suicidio. Con il termine mobbing si designa un complesso fenomeno consistente in una serie di atti o comportamenti vessatori, protratti nel tempo, posti in essere nei confronti di un lavoratore da parte dei componenti del gruppo di lavoro in cui è inserito o dal suo capo, caratterizzati da un intento di persecuzione ed emarginazione finalizzato ad indurre il destinatario della stessa a rinunciare volontariamente ad un incarico ovvero a precostituire i presupposti per una sua revoca attraverso una sua progressiva emarginazione dal mondo del lavoro. Le molestie sono da considerarsi una discriminazione in caso di comportamento indesiderato adottato e avente lo scopo o l’effetto di violare la dignità di una persona e di creare un clima intimidatorio, ostile, degradante, umiliante od offensivo. E come stabilito da apposita legge regionale (’18/2005′) è stato previsto, presso l’assessorato competente in materia di lavoro, l’Osservatorio regionale sul mobbing e l’istituzione presso gli uffici comunali di cittadinanza di appositi sportelli anti-mobbing con il compito di offrire consulenza in ordine ai diritti dei lavoratori ed orientamento degli stessi negli uffici delle Asl, dimostrando una presa di coscienza, del legislatore regionale, circa la necessità di affrontare il mobbing come problema sociale. Tra i compiti dell’Osservatorio, che ricomprende sia rappresentanze politiche e sindacali, sia esperti in sociologia, psicologia e diritto del lavoro, assumono particolare rilievo quelli propositivi di azioni ed interventi anti-mobbing, nonché quelle di consulenza e di monitoraggio del fenomeno stesso”.

Fonte Acs News, 25 ottobre 2016

Carla_AssembleaLeg

SANITA’: “ISTITUIRE DUE FONDAZIONI DI COMUNITA’ IN AMBITO PSICHIATRICO”

By | Assemblea Legislativa, Comunicati stampa | No Comments
“Istituire due 'Fondazioni di comunità' in ambito psichiatrico”. È questo l'oggetto di una mozione presentata dai consiglieri regionali del Partito democratico Carla Casciari e Attilio Solinas, nella quale chiedono alla Giunta di “valutare la concreta possibilità di istituire due fondazioni, afferenti alle due Ausl dell'Umbria, al fine di migliorare gli standard di cura e di presa in carico dei soggetti affetti da malattie psichiatriche, e per assicurare agli stessi dei percorsi di assistenza e cura anche al venir meno della rete familiare”.

Nell’atto Casciari e Solinas sottolineano che “si avverte, anche fra gli medici e operatori del settore psichiatrico, la forte necessità di favorire un rinnovamento dell’organizzazione e dei modelli di gestione delle patologie psichiatriche, che veda l’utente protagonista ed attore del proprio percorso di trattamento con il coinvolgimento della sua famiglia, primo nucleo di cura del soggetto psichiatrico”.

Nell’atto si legge che “nell’ambito psichiatrico la costituzione di ‘fondazioni di comunità’ consentirebbe di realizzare una serie di azioni integrate alle quali partecipino, secondo le proprie finalità e competenze, il soggetto pubblico, ovvero la sanità pubblica per tramite dei Dipartimenti di salute mentale, il mondo accademico, gli enti locali responsabili dei servizi sociali, il terzo settore ed i privati, coinvolgendo le associazioni di volontariato ma anche l’individuo direttamente interessato e le persone a lui più vicine, come ad esempio la famiglia. Una ‘Fondazione di comunità’ così costituita, potrebbe quindi essere finanziata con risorse pubbliche e private, e tramite essa, si potrebbero sperimentare, finanziare e realizzare progetti di presa in carico globale delle persone affette da malattia psichiatrica, in un percorso di autonomia possibile costruito sulle capacità ed abilità di ciascuno”.

“Una ‘Fondazione di comunità’ – scrivono Casciari e Solinas – potrebbe essere per i familiari di pazienti psichiatrici una risposta affidabile e garantita a livello istituzionale, e potrebbe svolgere la funzione di trustee, gestendo separatamente, rispetto al proprio patrimonio, i lasciti dei privati, amministrandoli per finanziare progetti di sostegno dedicati. É questo il caso ad esempio dei genitori di una persona affetta da malattia psichiatrica che, sempre più spesso, scelgono di lasciare il proprio patrimonio per garantire il futuro del proprio figlio”.

FONTE ACS NEWS, 24/10/2016

Delegazione Italiana al Congresso dei Poteri Locali e Regionali del Consiglio d'Europa

EUROPA: ETICA, TRASPARENZA, PARTECIPAZIONE E RAPPRESENTANZA POLITICA DELLE DONNE A LIVELLO LOCALE E REGIONALE DISCUSSI AL CPLRE

By | Attività Istituzionale, Comunicati stampa, Europa | No Comments
Delegazione Italiana al Congresso dei Poteri Locali e Regionali del Consiglio d'Europa

Delegazione Italiana al Congresso dei Poteri Locali e Regionali del Consiglio d’Europa

“Etica e trasparenza a livello locale e regionale, partecipazione e rappresentanza politica delle donne a livello locale e regionale, strategie locali e regionali per contrastare la radicalizzazione di fenomeni di razzismo e xenofobia”: sono i temi centrali dell’agenda della trentunesima sessione del Congresso dei Poteri Locali e Regionali del Consiglio d’Europa che si è aperta oggi a Strasburgo, cui sta partecipando il consigliere regionale Carla Casciari in qualità di membro titolare della delegazione italiana, composta da diciotto rappresentanti tra consiglieri regionali, sindaci e rappresentati delle autonomie locali.

“Tra i temi al centro del dibattito c’è quello che riguarda le pari opportunità e la rappresentanza femminile – sottolinea Casciari – e devo riscontare che nonostante gli sforzi compiuti in questi ultimi anni, l’Italia conserva una percentuale di rappresentanza femminile nelle assemblee regionali inferiore al 20 per cento, un dato che non varia se si guarda il numero di donne elette sindaco (13 per cento). Migliora invece la rappresentanza femminile nelle assemblee municipali, dove la percentuale sale al 27 per cento. Questi numeri sono forniti dalle rilevazioni sulle elezioni locali nel 2015 e che sono all’esame del Congresso in questi giorni”.

“Come dimostrano i numeri – prosegue – c’è ancora da fare per consentire alle donne di entrare a far parte attivamente della vita istituzionale del proprio territorio e l’Umbria si sta dimostrando ancora all’avanguardia. Infatti, il disegno di legge per la parità di genere e una nuova civiltà nelle relazioni fra uomini e donne, che è stato approvato oggi dalla terza commissione e presto giungerà in Aula per la discussione generale, va nella giusta direzione di assicurare alle donne strumenti di tutela e sostegno in tutte le fasi della vita, in particolare con azioni per la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro”.

“Gli argomenti che discuteremo in questi tre giorni – continua Casciari – sono di stringente attualità per l’Italia e per l’Umbria: si parlerà di diritti sociali, di inclusione e di come affrontare i cambiamenti che i fenomeni demografici e i flussi migratori stanno determinando in tutti i Paesi europei. Auspico che i documenti approvati dal Congresso sapranno indirizzare e sensibilizzare tutti i governi dei 47 paesi membri del Consiglio d’Europa, al fine di individuare strategie comuni per l’integrazione e scongiurare ogni discriminazione”.

Carla Casciari, oltre che partecipare alle riunioni della sessione plenaria del Congresso, prenderà parte al Comitato per gli Affari Correnti, dove è stata delegata insieme ad altri sei rappresentanti italiani. Nel corso della giornata di ieri, martedì 18 ottobre, la delegazione italiana ha incontrato l’Ambasciatore Marco Marsilli, Rappresentante Permanente d’Italia presso il Consiglio d’Europa.

“Vorrei esprimere – conclude Casciari – le mie congratulazioni a Piero Fassino, eletto ieri presidente del Gruppo socialista europeo presso il Congresso dei Poteri Locali e Regionali. Una candidatura fortemente sostenuta dalla delegazione italiana che vedrà l’Italia in prima linea per riaffermare all’interno del CPLRE un ruolo determinante  per consolidare l’immagine di un’Europa dei diritti contro ogni forma di discriminazione”.

FONTE ACS NEWS, 19/10/2016

Carla Casciari Umbria

SICUREZZA: “RIPRISTINARE IL DIRITTO ALLA CAUSA DI SERVIZIO PER GLI OPERATORI DELLA POLIZIA MUNICIPALE E PROVINCIALE”

By | Assemblea Legislativa, Comunicati stampa | No Comments

Attivarsi nella Conferenza della Regioni, e successivamente anche nella Conferenza Stato-Regioni, per aprire un tavolo di confronto con il Governo nazionale per ripristinare il diritto alla causa di servizio per gli operatori della Polizia municipale e provinciale”. È questo il contenuto di una mozione presentata all’Esecutivo di Palazzo Donini dal consigliere del Partito democratico Carla Casciari.

Nell’atto si evidenzia che “altre Regioni, tra cui Lazio e Toscana, hanno già adottato atti volti a riconoscere la tutela infortunistica per il personale appartenente alla Polizia municipale e provinciale, visto che il ‘Salva Italia’ del 2001 aveva cancellato il diritto alla ‘causa di servizio’ nei confronti di queste categorie ma non per il personale appartenente al comparto sicurezza, difesa e soccorso pubblico. Questo, oltre a contrastare con l’articolo 38 della Costituzione che tutela i lavoratori prevedendo il diritto ad avere mezzi adeguati alle esigenze di vita in caso di infortunio, malattia, invalidità e vecchiaia, disoccupazione involontaria, pone l’operatore della Polizia municipale in una posizione discriminante rispetto agli altri operatori della sicurezza dello Stato che quindi rischia, in caso di infortunio grave, di perdere il proprio posto di lavoro senza alcuna tutela”.

“Inoltre – si legge nella mozione – nei patti locali per la sicurezza è stato più volte rimarcato l’impegno e la collaborazione tra gli enti locali nel settore della sicurezza urbana, e con questo si è affermata anche la sinergia operativa fra le forze di polizia ed i corpi di polizia locale. In particolare gli agenti di Polizia municipale e provinciale hanno assunto un ruolo sempre più importante nel controllo del territorio e, anche alla luce dei cambiamenti nel contesto internazionale, sono spesso impegnati anche in funzioni di pubblica sicurezza assieme ad altre forze di polizia”.

 

FONTE Acs News, 14 ottobre 2016

piccolissimo-me

MALATTIE RARE: “LA POLITICA DEVE AIUTARE LE FAMIGLIE DEI BAMBINI CON DEFICIT DELL’ORMONE DELLA CRESCITA ED ALTRE PATOLOGIE”

By | Comunicati stampa | No Comments

piccolissimo-mePerugia, 8 ottobre 2016 –  “Iniziative come questa hanno l’obiettivo di porre l’attenzione sulle problematiche legate alle persone che hanno malattie rare e su come le famiglie possono affrontarle e gestirle”. Lo dichiara il consigliere regionale Carla Casciari (Pd) che ha preso parte alla presentazione del libro “Piccolissimo me” di Gigliola Alvisi (vincitore del premio Battello a Vapore 2015 della Casa Editrice Piemme) e alla tavola rotonda dal tema “L’esperienza quotidiana del bambino con una malattia rara e della sua famiglia”,  che si sono tenute ieri pomeriggio presso la sala della Partecipazione di palazzo Cesaroni a Perugia.

 

L’evento, promosso da Afadoc (Associazione famiglie di soggetti con deficit dell’ormone della crescita ed altre patologie), è stato anche lo spunto per presentare il concorso “Piccolissimo me” per le scuole primarie del territorio per l’anno scolastico 2016/17. “La lettura, così come la scrittura ed il disegno, – prosegue Casciari – sono forme importanti di comunicazione, soprattutto per i bambini, per raccontarsi e spiegare i sentimenti e le emozioni che provano. La narrazione dell’esperienza personale ha un ruolo significativo nelle nostre relazioni; ognuno di noi ogni giorno racconta qualcosa: noi stessi agli altri, del nostro passato, le nostre aspettative per il futuro. È importante che i bambini, senza alcun pregiudizio, condividano le proprie vicissitudini ed incertezze aprendosi ai loro coetanei affinché le diversità dei singoli soggetti diventino una ricchezza culturale e sociale per ciascuno. Credo fermamente che il ruolo della politica sia quello di aiutare le famiglie ad affrontare e gestire queste situazioni sostenendo tutte le iniziative utili a tale fine”.

5339-Sovra.indd

MALATTIE RARE: VENERDÌ 7 OTTOBRE PRESENTAZIONE DEL LIBRO “PICCOLISSIMO ME” E TAVOLA ROTONDA A PALAZZO CESARONI

By | Comunicati stampa | No Comments

5339-Sovra.inddPerugia, 5 ottobre 2016 – La consigliera regionale del Partito democratico Carla Casciari comunica che venerdì 7 ottobre prenderà parte alla presentazione del libro “Piccolissimo me” di Gigliola Alvisi (vincitore del premio Battello a Vapore 2015 della Casa Editrice Piemme) e alla seguente tavola rotonda dal tema “L’esperienza quotidiana del bambino con una malattia rara e della sua famiglia” che si terranno alle ore 17 presso la sala della Partecipazione di Palazzo Cesaroni a Perugia.

 

L’iniziativa, promossa dall’Associazione famiglie di soggetti con deficit dell’ormone della crescita ed altre patologie (Afadoc), sarà introdotta dalla consigliera Casciari per poi proseguire con gli interventi della scrittrice Gigliola Alvisi, che presenterà il volume, e della presidente Afadoc onlus Cinzia Sacchetti, che parlerà dell’associazione “che aiuta a crescere”.

 

Seguirà la tavola rotonda, moderata dall’educatore Giannermete Romani, in cui alcuni professionisti tratteranno il tema sotto vari aspetti: Laura Penta, pediatra endocrinologa della Clinica Pediatrica di Perugia, parlerà di “Il bambino malato raro in ospedale”; Daniela Galeazzi, pediatra endocrinologa e ginecologa dell’Ospedale di Narni, de “Il programma della Regione Umbria per le malattie rare e croniche”; Beatrice Messini, pediatra endocrinologa della struttura di Pediatria di Foligno, di “Diagnosi, appropriatezza ed aderenza alla terapia con GH”; Natalia Piana, pedagogista, di “Il supporto psicologico”; Giovanna Vignola, presidente regionale dell’associazione Acondroplasia, de “La ricchezza della diversità”; Cinzia Sacchetti de “Il sostegno dell’associazione pazienti”; Laura Capuccella, insegnante di scuola primaria Istituto Comprensivo Perugia 14, de “Il ruolo della scuola”.

 

Al termine degli interventi sarà presentato il concorso “Piccolissimo me” per l’anno scolastico 2016/17, rivolto alle scuole primarie del territorio.

 

Fonte: Acs News, 5 ottobre 2016