AMBIENTE: “IL CAMPO DI ALLENAMENTO IPPICO DI ORVIETO PRIMO ESEMPIO DI STRUTTURA RICICLATA IN ITALIA”

Carla Casciari con Giuseppe Germani, sindaco di Orvieto, Fabrizio Forsoni, responsabile nazionale Uisp Attività Equestri, Stefano Rumori, presidente regionale Uisp Umbria, e Federica Bartolini, presidente Uisp Orvieto Mediotevere

Carla Casciari con Giuseppe Germani, sindaco di Orvieto, Fabrizio Forsoni, responsabile nazionale Uisp Attività Equestri, Stefano Rumori, presidente regionale Uisp Umbria, e Federica Bartolini, presidente Uisp Orvieto Mediotevere

Carla Casciari con Giuseppe Germani, sindaco di Orvieto, Fabrizio Forsoni, responsabile nazionale Uisp Attività Equestri, Stefano Rumori, presidente regionale Uisp Umbria, e Federica Bartolini, presidente Uisp Orvieto Mediotevere

(Acs) Perugia, 9 giugno 2017 – “L’Umbria si conferma una regione all’avanguardia. Si inaugura infatti oggi ad Orvieto il primo campo italiano da allenamento e lavoro per attività equestri realizzato completamente in gomma riciclata da Pfu (Pneumatici fuori uso)”. È quanto dichiara il consigliere regionale Carla Casciari (Pd) che questa mattina ha preso parte “all’inaugurazione, che si è tenuta presso il Centro Ippico Happy Horse ed è stata promossa dalla Uisp Umbria e Ecopneus scpa, la società senza scopo di lucro per il rintracciamento, la raccolta, il trattamento e il recupero dei copertoni, costituita dai principali produttori di pneumatici operanti in Italia”.

“Questo innovativo campo per sport equestri – prosegue – è fatto totalmente in gomma riciclata, che migliorerà l’impatto della superficie sulle articolazioni del cavallo e l’insorgenza di problematiche connesse all’inspirazione delle micropolveri di sabbia che si sollevano durante l’attività nei campi all’aperto. Il mio auspicio è che questo modello virtuoso diventi consuetudine. Secondo i dati prodotti da Ecopneus ogni giorno vengono raccolte e recuperate mediamente mille tonnellate di pneumatici fuori uso, tante da formare ogni giorno una fila lunga circa 40 km ,dal peso pari a tre Boeing 787. Nel solo 2015 sono state 247.996 le tonnellate raccolte per un totale di 73.116 interventi”.

“La Uisp – prosegue Casciari – ha mostrato una particolare sensibilità al tema ambientale perché, sposando questa mission, promuove e rilancia la cultura del riciclo. L’attività sportiva ha un grande potenziale per contribuire ad una crescita consapevole ed intelligente della comunità sui temi della sostenibilità ambientale e delle sue applicazioni. Soprattutto in una regione come la nostra dove la Uisp vanta una forte penetrazione con 23.500 tesserati e 414 tra associazioni e società affiliate. Personalmente credo che i temi del riciclo, del riuso e della lotta allo spreco nell’ottica di un’economia circolare siano estremamente attuale tanto che a breve sarà esaminata dall’Aula, a firma mia e dei consiglieri regionali Silvano Rometti (SeR) e Marco Squarta (Fi), una proposta di legge sulla ‘Promozione delle attività di donazione e distribuzione di prodotti alimentari e non e di prodotti farmaceutici a fini di solidarietà sociale’, già votata positivamente in Terza commissione”. RED/dmb

Data:

Leave a Reply