BILANCIO REGIONE: “MAGGIORE PARTECIPAZIONE DEGLI STUDENTI NELL’AGENZIA PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO (ADISU)”

adisu mensa

adisu mensa(Acs) Perugia, 20 dicembre 2018 – “Una maggiore partecipazione della rappresentanza degli studenti nell’Agenzia per il diritto allo studio universitario (Adisu)”. Questo l’obiettivo dell’ordine del giorno approvato oggi dall’Assemblea legislativa nell’ambito della sessione di bilancio, di cui Carla Casciari (Partito democratico) è prima firmataria.

“La Regione Umbria – spiega Casciari – ha sempre garantito la piena attuazione del diritto allo studio per gli universitari, assicurando ogni anno le risorse necessarie per il finanziamento di tutte le domande di borse di studio e servizi per gli studenti. Anche quest’anno sono state liquidate 4.315 borse di studio, con la copertura del 100 per cento degli aventi diritto. L’apertura della mensa presso la nuova Facoltà di Medicina, la nuova residenza universitaria all’interno del complesso di Monteluce e gli interventi di riqualificazione degli studentati esistenti sono alcuni degli investimenti effettuati dall’Adisu per la migliore qualificazione dei servizi per gli studenti. Il ruolo delle rappresentanze studentesche nella qualificazione dei servizi per gli studenti universitari e delle funzioni che già gli sono riconosciute nell’ambito della legge regionale n. 6/2006  ‘Norme sul diritto allo studio universitario e disciplina dell’Agenzia per il diritto allo studio universitario dell’Umbria’. Tale atto consente agli studenti di esercitare i diritti nell’ambito dello studio e della formazione, in un ottica di eguaglianza e di parità di accesso ai servizi”.
“Ho già sostenuto – sottolinea infine Carla Casciari – che la città universitaria debba essere competitiva nei servizi, con il Gimo (mobilità notturna) e l’abbonamento per il trasporto agevolato per gli universitari, e credo fermamente che la partecipazione della componente studentesca sia alla base di una città a dimensione di studente. L’ordine del giorno chiede alla Giunta di provvedere a potenziare il ruolo delle rappresentanze degli studenti negli organi dell’Adisu e a prevedere ogni ulteriore modalità di partecipazione, coinvolgimento e co-progettazione negli interventi che saranno posti in essere, con particolare riferimento alla predisposizione degli obiettivi annuali da impartire alla nuova figura del direttore generale e alla conseguente valutazione”. RED/mp

Leave a Reply