Category

Comunicati stampa

Carla Casciari

ADISU: “IL BANDO CONFERMA GLI IMPEGNI DELLA REGIONE SUL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO”

By | Comunicati stampa | No Comments

(Acs) Perugia, 20 luglio 2018 – “L’investimento nella formazione universitaria è un asse strategico per lo sviluppo regionale e la ferma volontà della politica regionale che sostiene l’attrattività dei nostri atenei, collocati stabilmente ai primi posti delle classifiche nazionali, è testimoniata anche dal numero di borse di studio e servizi annualmente erogate che aumentano di anno in anno”. Così il consigliere regionale Carla Casciari (Pd) che, nel commentare l’uscita del bando Adisu per l’assegnazione delle borse di studio e servizi per il diritto allo studio universitario per l’anno accademico 2018/19, rimarca come si sia “passati, infatti, dai 3.828 borsisti del 2016 ai 4.338 beneficiari nel 2017 contribuendo a garantire il 100 per cento di erogazioni agli aventi diritto”.

“Grazie alla collaborazione e allo stimolo delle rappresentanze studentesche – spiega l’esponente Dem – si è giunti all’emanazione del nuovo bando che consentirà, per il settimo anno consecutivo, di essere una delle sedi universitarie con le migliori offerte di servizi e borse nonostante le rimodulazioni nell’offerta dei servizi e la revisione delle fasce ISEE, elementi di novità che si sono resi necessari viste le incertezze sulle risorse del fondo nazionale per il diritto allo studio, anch’esso in fase di ridefinizione secondo nuovi parametri. Vorrei anche ricordare – aggiunge Casciari – che quest’anno sono venute meno le risorse straordinarie che il Governo aveva stanziato per il diritto allo studio per le annualità 2016 e 2017, quale forma di sostegno ai territori colpiti dal sisma”.

“Proprio per sopperire a ciò – precisa Casciari -, a testimonianza dell’impegno per garantire il diritto allo studio agli studenti e allo loro famiglie, le risorse che nel 2018 la Regione Umbria destinerà a questo capitolo di bilancio, ammontano a 9,5 milioni di euro, superiori di 2,5 milioni di euro rispetto allo scorso anno”.

“Invito pertanto alcuni esponenti dell’opposizione in Regione – continua Casciari – a preoccuparsi piuttosto del fatto che il governo Lega-5Stelle sembra intenzionato ad istituire il cosiddetto ‘Prestito d’onore’ per coloro che hanno difficoltà a pagarsi gli studi universitari. Oltre a non aver consultato le rappresentanze studentesche, infatti, lo strumento del prestito che il Ministero vorrebbe introdurre nel nostro Paese è tutt’altro che utile per gli studenti appartenenti alle fasce più deboli, in quanto contribuisce ad indebitare i ragazzi con meno disponibilità economiche”.

Secondo Casciari, in conclusione, “si tratta di una scelta che evidenzia come questo Governo non abbia come priorità il diritto allo studio, poiché, anziché implementare il fondo nazionale per il diritto allo studio, preferisce affidare alle banche uno strumento per lucrare sulle condizioni materiali degli studenti, creando debiti insostenibili per gli universitari”. RED/as

aaaa

SANITÀ: “SOSTEGNO AI MEDICI SPECIALIZZANDI CHE IN UMBRIA PAGANO TASSE UNIVERSITARIE FRA LE PIÙ ALTE D’ITALIA”

By | Comunicati stampa | No Comments

aaaa(Acs) Perugia, 18 luglio 2018 – “I medici specializzandi, pur vincendo un bando nazionale, sono sempre più spesso costretti a formarsi fuori sede e ritengo iniquo e non competitivo che l’Università di Perugia applichi le tasse di iscrizione annuali tra le più alte d’Italia  e che solo questa categoria di studenti/lavoratori, a differenza di altri specializzandi quali farmacisti, veterinari o biologi, sia soggetta a questa spesa”: così il consigliere regionale Carla Casciari (Pd) a sostegno dell’Asup, Associazione Specializzandi Università di Perugia, dopo la manifestazione di oggi contro l’annunciato aumento delle tasse universitarie. Casciari presenterà alla Terza commissione consiliare una richiesta di audizione sul tema.

“I medici specializzandi – spiega – sono una risorsa essenziale per il Sistema sanitario regionale: svolgono un prezioso lavoro al fianco del personale medico delle Aziende Ospedaliere e, con il loro contributo quotidiano, sono un punto di riferimento per i pazienti e per le loro famiglie”.

“A questo – conclude Casciari – va aggiunta la necessità che vengano agevolati gli accessi e la frequenza alla formazione, senza che questo gravi onerosamente sui medici-studenti, nei confronti dei quali il sistema universitario e sanitario dovrebbero investire per conseguire standard di eccellenza e di qualità per la maggiore efficienza del nostro sistema sanitario regionale”. RED/pg

20180717_131145

“QUALI IMPEGNI PER LA VIABILITA’ DELLA NUOVA COLLESTRADA CON L’INSEDIAMENTO DI IKEA?”, QT IN ASSEMBLEA LEGISLATIVA

By | Assemblea Legislativa, Comunicati stampa | No Comments

20180717_131145(Acs) Perugia, 17 luglio 2018 – Nell’Aula di Palazzo Cesaroni, durante la sessione odierna dedicata alla discussione delle interrogazione a risposta immediata, è stato discusso l’atto ispettivo dei consiglieri regionali del Partito democratico Carla Casciari e Giacomo Leonelli relativo al “progetto della nuova viabilità prevista a Collestrada in conseguenza dell’insediamento di Ikea, che sembrerebbe non tenere comunque in giusta considerazione gli ingenti flussi di traffico provenienti dal nuovo collegamento Perugia–Ancona e dalla E45 direzione nord-sud”.

 

Illustrando l’interrogazione, Casciari ha chiesto di “conoscere l’ammontare delle risorse finanziarie messe a disposizione da Anas, Eurocommercial e Comune di Perugia per la realizzazione degli interventi previsti per la viabilità principale e secondaria e per conoscere i tempi di realizzazione previsti per il nodo di Perugia, in particolare della viabilità di raccordo tra il nuovo svincolo di Madonna del Piano e l’area ospedaliera di Sant’Andrea delle Fratte, così come deliberato dall’Assemblea legislativa nel maggio 2017.  È evidente – ha aggiunto – che la questione della viabilità è di primaria importanza anche per la vivibilità di un’area densamente popolata. Saranno necessarie diverse modifiche urbanistiche in questo territorio nei prossimi anni, al fine di gestire al meglio i tre flussi principali di traffico: la direttrice da Assisi-Foligno che attualmente rappresenta il 40 per cento dei visitatori dell’Ipercoop, quello proveniente da Perugia di altrettanta portata ed il flusso da Nord, che a breve vedrà il raccordo con la Perugia–Ancona in via di completamento. Per niente chiara appare poi la viabilità secondaria e quella di collegamento tra i quartieri. L’obiettivo è di evitare un blocco costante delle arterie stradali, che porterebbe diversi problemi per il traffico cittadino, già abbastanza congestionato”.

 

L’assessore Giuseppe Chianella ha risposto spiegando che “il nuovo complesso Ikea è destinato a diventare il più importante insediamento commerciale dell’Umbria, ma la Giunta al momento non dispone di un progetto compiuto e definitivo. Le risorse aggiuntive per interventi non di competenza Anas dovrebbero essere stanziati dalla società Euro commercial, anche se al momento non è dato conoscerne  l’entità e non sappiamo se il Comune ha intenzione di stanziare fondi aggiuntivi, data la complessità dell’intervento e le potenziali criticità indotte.

 

Il Comune di Perugia vuole predisporre una apposita variante al Piano regolatore, che dovremo valutare. Sull’assetto viario, Anas ha rivelato l’esistenza di un primo studio, che prevede un intervento sullo svincolo di Collestrada con una nuova viabilità complanare che intercetti i veicoli diretti e in uscita dal centro commerciale. Sarebbe prevista una nuova corsia di accesso, aggiuntiva rispetto a quella esistente, con l’ampliamento di un sottopasso e la realizzazione di una rotonda. Ci sarebbero quindi interventi per accedere al centro commerciale evitando il nodo di Collestrada. Il 35 per cento delle risorse stanziate da Anas (73 milioni circa) dovrebbero essere destinate all’adeguamento E45 (ma non alle complanari) mentre il restante 65 per cento dovrebbero servire per lo svincolo di Madonna del Piano.

 

L’avvio della realizzazione della prima parte del nodo di Perugia a Madonna del Piano lascerebbe aperto il problema della seconda tratta (verso Corciano), che per noi rappresenta la priorità assoluta ma che Anas non intende realizzare in quando dedicata a flussi di traffico locali. Si tratta di una questione importante quanto complessa per una riqualificazione della viabilità che tenga conto delle criticità esistenti, che risulterebbero aggravate da un intervento parziale o incompleto. Il progetto potrebbe richiedere verifiche di Via o di Vas, che non sono partite dato che non è stato depositato nessun documento, per questo non siamo in grado neppure di stimare i tempi per il completamento dell’intervento”.

 

Nella replica, Giacomo Leonelli si è detto “perplesso dal fatto che Anas non intenda intervenire sulla parte del Nodo tra Madonna del Piano e Corciano. La Giunta dovrebbe attivarsi con il nuovo Governo per dare attuazione al documento approvato dall’Assemblea. Dalle parole dell’assessore sembra emergere una sorta di gelosia inspiegabile da parte del Comune di Perugia che limita la partecipazione di altri enti a questo progetto, che peraltro riguarda una zona già gravata da problematiche. Non c’è volontà di inseguire cavilli per creare ostacoli, ma quella di salvaguardare la qualità della vita in un’area dove già ci sono criticità e dove vivono molte persone. I tratti dove dovrebbe essere realizzata la complanare appaiono già saturi inoltre manca un progetto di viabilità dedicata per chi proviene da nord (Perugia-Ancona ed E45). Le questioni aperte sono molte e l’Assemblea legislativa deve essere coinvolta in un approfondimento con Anas e Comune, magari con una audizione in Seconda commissione”. MP/

Carla_AssembleaLeg

COOPERATIVE DI COMUNITÀ: “UNO STRUMENTO CHE VALORIZZA IL PROTAGONISMO DELLE COMUNITÀ LOCALI”

By | Attività Istituzionale, Comunicati stampa | No Comments

Carla_AssembleaLeg(Acs) Perugia, 16 luglio 2018 – “Uno strumento innovativo che può fortemente valorizzare il protagonismo sociale ed economico delle comunità locali”. Così Silvano Rometti (Socialisti e Riformisti) ha presentato in Seconda commissione, insieme alla cofirmataria Carla Casciari (Partito democratico), la proposta di legge che mira a favorire la nascita, anche in Umbria, delle cooperative di comunità.

Le cooperative di comunità, si legge nella relazione che accompagna l’atto legislativo (composto da 5 articoli), si prefiggono l’obiettivo di produrre vantaggi a favore di una comunità alla quale i soci promotori appartengono o che eleggono come propria. Il fine dovrà essere perseguito attraverso la produzione di beni e servizi per incidere in modo stabile su aspetti fondamentali della qualità della vita sociale ed economica. Rometti e Casciari hanno tenuto a rimarcare come questo strumento sia già presente, producendo “importanti risultati” in altre regioni italiane.

E se l’esponente socialista non ha mancato di evidenziare che “in risposta alle principali necessità ed istanze provenienti dal territorio questo strumento di cooperazione può assumere la veste di cooperative di produzione e lavoro, di utenza, di supporto, sociali o miste” e che “molteplici potranno essere le possibilità di intervento ad opera della Regione al fine di sostenere il processo di sviluppo di tali cooperative, come finanziamenti agevolati, contributi in conto capitale e incentivi per la creazione di nuova occupazione”, Casciari ha rilevato che “a livello nazionale manca uno specifico quadro normativo, tant’è – ha spiegato – che altre Regioni si sono mosse con leggi proprie. Secondo uno studio recente, in Italia, cooperative con questa caratteristica ne esistono 24, a fronte delle 900 esistenti, al 2013, in Germania, con mansioni di gestione di energie rinnovabili. Anche in Umbria potrebbero dunque rappresentare un volano importantissimo per lo sviluppo dell’economia territoriale attraverso la valorizzazione di risorse locali”.

Il presidente della Commissione, Eros Brega, ha dato mandato agli uffici legislativi di Palazzo Cesaroni di procedere con l’istruttoria del documento legislativo che ritornerà così all’ordine del giorno dei lavori nelle prossime settimane. AS/

donazione

DONAZIONE DI ORGANI: “ATTUAZIONE LINEE INDIRIZZO PROGRAMMA NAZIONALE”

By | Attività Istituzionale, Comunicati stampa | No Comments

donazione(Acs) Perugia, 12 luglio 2018 – La consigliera regionale Carla Casciari (PD) annuncia la presentazione di una interrogazione alla Giunta in merito alle “linee di indirizzo contenute nel Programma nazionale di donazione di organi, in particolare per quanto riguarda il potenziamento del processo di ‘procurement’ di organi”. Nello specifico, Casciari chiede all’Esecutivo “se intende, in quale modo e in che tempi, dare attuazione alle linee di indirizzo contenute nel Programma”.

 

“Poiché la segnalazione di potenziali donatori di organi rappresenta un obbligo di legge”, per Casciari sarebbe dunque “auspicabile, al fine di migliorare il processo di procurement di organi, dotare il coordinamento ospedaliero di un’equipe infermieristica, formata per il Transplant procurement management (TPM), funzionale ad alleggerire il carico di lavoro dei medici segnalatori e favorire le pratiche per il prelievo degli organi potenzialmente trapiantabili”.

 

Nell’introduzione del suo atto ispettivo, la consigliera di maggioranza spiega che “il trapianto è un intervento considerato straordinario, di forte impatto mediatico ma, nei fatti, si tratta di un trattamento insostituibile, garantito come Lea (Livelli essenziali di assistenza) ed efficace. Soprattutto è un salva-vita per il paziente affetto da insufficienza d’organo. Tra gli obiettivi dichiarati nell’ultimo Programma nazionale donazione organi 2018-2020 – ricorda – oltre quello basilare di incrementare il livello di donazione in tutte le regioni per raggiungere risultati accettabili a livello nazionale ed europeo, c’è quello specifico di individuare azioni mirate ad una migliore gestione degli aspetti organizzativi e delle competenze sanitarie finalizzate all’efficienza e alla qualità del processo di donazione e trapianto di organi”.

 

“L’organizzazione della rete per i trapianti di organi è articolata in livelli precisa – continua Casciari -, a partire da quello nazionale con il Centro nazionale trapianti e i relativi Centri regionali la cui operatività è garantita dalle Regioni che assicurano strumenti operativi e organizzativi adeguati per lo svolgimento delle funzioni di pianificazione, monitoraggio, qualità-sicurezza-accreditamento, verifica e valutazione, formazione, rapporti istituzionali. Viene anche garantito il coordinamento h24 delle strutture coinvolte nell’intero processo del trapianto, la gestione del rischio clinico in tempo reale, l’amministrazione del Centro informativo regionale trapianti”.

 

“La fase più delicata nel percorso che porta ad effettuare un trapianto – scrive Casciari – è il cosiddetto processo di ‘procurement di organi’ per i quali, anche nel Programma nazionale donazione organi, sono auspicati nuovi modelli operativi che mirino all’aumento della funzionalità, qualità, sicurezza e sostenibilità del processo di donazione di organi e tessuti”.

 

Casciari non manca di evidenziare che “l’identificazione e la segnalazione di potenziali donatori di organi, di cui si stata accertata la morte con criteri neurologici o cardiaci, è un punto critico del processo e il punto di partenza per le fasi che possono portare, anche in breve tempo, all’effettivo trapianto di organo ad un paziente bisognoso. A questo obiettivo concorrono il personale dell’area critica (Pronto soccorso, rianimazione/terapia intensiva, stroke unite, sale operatorie), i medici esperti referenti e l’equipe per il coordinamento locale ospedaliero per il procurement”. AS/

download

VIABILITÀ: INVESTIMENTO PREVISTO DA ANAS, EUROCOMMERCIAL E COMUNE DI PERUGIA PER GLI INTERVENTI RELATIVI A INSEDIAMENTO IKEA A COLLESTRADA

By | Comunicati stampa | No Comments

download(Acs) Perugia, 6 luglio 2018 – I consiglieri regionali del Partito democratico, Carla Casciari e Giacomo Leonelli, annunciano un’interrogazione alla Giunta per “conoscere nel dettaglio il progetto relativo alla nuova viabilità prevista a Collestrada in conseguenza dell’insediamento di Ikea, che sembrerebbe non tenere comunque in giusta considerazione gli ingenti flussi di traffico provenienti dal nuovo collegamento Perugia – Ancona e dalla E45 direzione Nord-Sud”. I consiglieri del Pd vogliono “conoscere anche “l’ammontare delle risorse finanziarie messe a disposizione da Anas, Eurocommercial e Comune di Perugia per la realizzazione degli interventi previsti per la viabilità principale e secondaria e per conoscere i tempi di realizzazione previsti per il nodo di Perugia, in particolare della viabilità di raccordo tra il nuovo svincolo di Madonna del Piano e l’area ospedaliera di Sant’Andrea delle Fratte, così come deliberato dall’Assemblea Legislativa nel maggio 2017”.

“Secondo il progetto del Comune di Perugia – ricordano Casciari e Leonelli – la ‘nuova Collestrada’ è destinata a diventare il complesso commerciale più importante dell’Umbria e prevede l’ampliamento e l’apertura del nuovo punto vendita Ikea entro il 2021. Si tratta di un’operazione dai costi molto elevati, per un importo ad oggi quantificato in circa 140milioni di euro; considerato l’impatto su un’area già congestionata dal traffico, si è pensato un intervento consistente sulla viabilità, con la previsione, tra l’altro, di ingressi e uscite differenti a seconda della provenienza, per una gestione controllata del traffico. Sempre da quanto risulta dal progetto in corso di perfezionamento, in attesa dell’iter burocratico amministrativo, l’edificabilità complessiva disponibile risulta essere di 47mila mq di cui ne saranno utilizzati 44mila 500, con la previsione di 25mila mq  destinati a Ikea e la restante parte per l’ampliamento del centro commerciale nella galleria, che incorporerà diversi marchi e che sorgerà nell’attuale area destinata a parcheggio”.

“È evidente – proseguono – che la questione della viabilità è di primaria importanza anche per la vivibilità di un’area densamente popolata. Saranno necessarie diverse modifiche urbanistiche in questo territorio nei prossimi anni, al fine di gestire al meglio i tre flussi principali di traffico: la direttrice da Assisi-Foligno che attualmente rappresenta il 40 per cento dei visitatori dell’Ipercoop, quello proveniente da Perugia di altrettanta portata ed il flusso da Nord, che a breve vedrà il raccordo con la Perugia–Ancona in via di completamento. L’obiettivo è di evitare un blocco costante delle arterie stradali, che porterebbe diversi problemi per il traffico cittadino, già abbastanza congestionato. Sempre sulla base di quanto sta emergendo in questi mesi, il progetto prevederà  possibilità di accesso diversificate per i visitatori provenienti dalle diverse arterie viarie: una variante al traffico che arriva dalla SS75 verrà deviata già all’uscita di Ospedalicchio dove verrà recuperata una strada esistente che bypassa l’attuale svincolo e permetterà di arrivare al centro commerciale senza percorrere il nodo. Coloro che provengono da Perugia o Roma defluiranno in modo più scorrevole grazie alla previsione di un’altra corsia. Nulla è invece previsto per alleggerire il transito da Nord che a breve raccoglierà ulteriore traffico considerato l’imminente completamento della Perugia–Ancona e poco chiara appare la viabilità secondaria per e da Ponte San Giovanni”.

“Governo, Regione ed Anas – si legge nell’atto a firma Casciari-Leonelli – attraverso un accordo si sono impegnati destinando 73milioni di euro per il miglioramento funzionale dell’intera area di Collestrada. Ad oggi – concludono – non è chiara però la quantificazione delle risorse che Anas, Eurocommercial ed il Comune di Perugia hanno intenzione di investire per gli interventi necessari alla realizzazione della  viabilità della “nuova Collestrada”. RED/pg

Carla Casciari e Giacomo Leonelli

WELFARE: “ESENZIONE DAL BOLLO ANCHE PER LE ASSOCIAZIONI CHE FANNO ATTIVITÀ DI SEGRETARIATO E TRASPORTO SOCIALE”

By | Comunicati stampa | No Comments
Carla Casciari e Giacomo Leonelli

Carla Casciari e Giacomo Leonelli

(Acs) Perugia, 5 luglio 2018 – “Estendere l’esenzione della tassa automobilistica regionale alle associazioni di volontariato e di promozione sociale proprietarie di autovetture con le quali svolgono, in regime di convenzione con gli enti locali, attività di segretariato e trasporto sociale”. È questo l’intento della mozione depositata dai consiglieri regionali del Partito democratico, Carla Casciari e Giacomo Leonelli.

Casciari e Leonelli ricordano di aver già presentato “nei mesi scorsi un documento analogo per l’esenzione dei mezzi delle associazioni adibiti al soccorso, al trasporto sanitario, al trasporto di persone disabili ed al trasporto di organi e sangue. Una mozione che lo scorso dicembre è stata accolta nella legge di stabilità regionale 2018 ed è quindi operativa. Le attività in ambito sociale svolte dalle associazioni di volontariato e di promozione sociale hanno un valore innegabile nel sistema di welfare regionale ma, sebbene siano riconosciute e tutelate dai Comuni, i costi non coperti dalla convenzione per il mantenimento dei servizi di trasporto possono risultare troppo gravosi. Quindi riteniamo che un ulteriore sollievo nei costi possa incentivare e dare sostegno alle iniziative rivolte alle fasce più deboli della popolazione, in particolare agli anziani”.

“Gli ultimi dati del rapporto annuale ‘OsservaSalute’ – proseguono Casciari e Leonelli – evidenziano che in Umbria, prima fra le tutte le Regioni, ben il 41 percento dei soggetti a rischio di esclusione sociale hanno dichiarato di aver ricevuto un supporto per la gestione delle attività quotidiane, dalla spesa alimentare all’accompagnamento presso strutture sanitarie per effettuare delle visite. Sebbene la situazione umbra sia migliore rispetto a quella di altre regioni, non possiamo permetterci di disperdere questo patrimonio di buone pratiche così radicate nel nostro tessuto sociale. È quindi utile – concludono – attivare ogni azione possibile per dare sostegno alle organizzazione di volontariato e di promozione sociale che operano in regime di complementarietà ed integrazione con i servizi pubblici”. RED/mp

Università

ISTRUZIONE: “L’UNIVERSITÀ DI PERUGIA CONTINUA A GUIDARE LA CLASSIFICA DEI GRANDI ATENEI STATALI”

By | Comunicati stampa | No Comments

Università(Acs) Perugia, 3 luglio 2018 – “Sono rimasta molto soddisfatta nell’apprendere che l’Università degli Studi di Perugia continua a guidare la classifica dei grandi atenei statali secondo la classifica annuale pubblicata dal Censis”. Lo afferma la consigliera regionale Carla Casciari (Pd) commentando il ranking che vede Unipg confermata prima con un punteggio pari a 93,8, seguita da quella della Calabria con 92 e da Parma con 90,6.

 

“Si tratta di un risultato ambizioso – prosegue Casciari – che ha premiato la spinta all’internazionalizzazione dell’ateneo ed un’efficace comunicazione digitalizzata per gli studenti. La Regione Umbria, per quanto di sua competenza ed anche grazie all’Agenzia per il diritto allo studio universitario dell’Umbria (Adisu), ha investito per garantire agli studenti iscritti l’erogazione di servizi sempre più competitivi e questo con impegni di bilancio regionali sempre più consistenti. La ristrutturazione delle residenze, la realizzazione di nuovi alloggi nel quartiere di Monteluce, la mobilità notturna ed elettrica ne sono recenti esempi. Il mio unico rammarico – conclude il consigliere Casciari – sta nel fatto che l’attuale Amministrazione comunale di Perugia faccia fatica a riconoscere il ruolo fondamentale in termini di crescita, sviluppo, innovazione ed internalizzazione che la presenza di studenti può garantire al nostro territorio”. RED/mp

 

20180629_104514

CULTURA: “SAN VENANZO ESEMPIO DI PROFICUA COLLABORAZIONE TRA COMUNE ED ASSOCIAZIONI CULTURALI”

By | Comunicati stampa | No Comments

20180629_104514(Acs) Perugia, 29 giugno 2018 – “Oggi più che mai i Comuni fanno fatica a supportare gli eventi culturali e San Venanzo è un esempio positivo in Umbria. È una realtà dove c’è una stretta e proficua collaborazione tra l’amministrazione e le associazioni, in primis la Pro Loco”. Così il consigliere regionale Carla Casciari (Pd) intervenendo alla conferenza stampa di presentazione dell’11esima edizione di “In… Canto d’Estate”, il festival della musica d’autore in programma dal 12 al 15 luglio a San Venanzo di Terni ed organizzato dalla locale Pro Loco, che si è tenuta questa mattina nella Sala Partecipazione di palazzo Cesaroni a Perugia.

Casciari, nell’evidenziare che erano presenti anche “Marsilio Marinelli, sindaco di San Venanzo, Elisa Pambianco, presidente Pro Loco San Venanzo, e Filippo Pambianco, direttore artistico Pro Loco San Venanzo” tiene a sottolineare che “i consiglieri della Pro Loco sono tutti ragazzi giovani e questo mi fa piacere perché denota l’attaccamento al proprio territorio e la voglia di valorizzarlo”.

 

“Concordo pienamente con il sindaco di San Venanzo, Marsilio Marinelli sull’importanza di questo festival, perché si inserisce nel calendario degli eventi culturali che vengono organizzati nei mesi estivi nel territorio di San Venanzo, che vive prettamente di turismo. E come ha fatto lo stesso Sindaco, anch’io mi unisco ai complimenti verso i ragazzi che si impegnano molto per progettare queste iniziative”.

 

“Molto importante aver previsto la serata di beneficenza dedicata all’associazione ‘Avanti Tutta onlus’. Sabato sera, infatti – conclude Casciari – una parte del costo del piatto di punta del menù sarà devoluto all’associazione del presidente Leonardo Cenci, che porterà i suoi saluti prima del concerto”.

 

IL PROGRAMMA DELL’INIZIATIVA
Tutti i concerti saranno ad ingresso libero dalle ore 21 presso il parco comunale Villa Faina di San Venanzo . Giovedì 12 luglio, i Daiana Lou; venerdì 13, Stef Burns, Claudio Golinelli e Juan Van Emmerloot; sabato 14 Morgan; domenica 15 luglio, Toni Cicco e la sua Formula 3. RED/as

 

 

terza commissione

“BENE LA MODIFICA DEL TESTO UNICO SULLA SANITÀ PER LE BORSE REGIONALI PER I MEDICI IN SPECIALIZZAZIONE”

By | Comunicati stampa | No Comments

terza commissione(Acs) Perugia, 28 giugno 2018 – “In occasione della seduta di ieri della terza commissione l’assessore Luca Barberini ha annunciato che la Giunta sta già lavorando per attuare la mozione a firma mia e del collega Giacomo Leonelli, approvata all’unanimità dall’Assemblea Legislativa il 24 maggio scorso, relativa alle borse regionali per i medici in specializzazione. In particolare, con questa nostra proposta si chiedeva l’impegno ad introdurre idonee misure normative, sulla scia e sul modello di quanto già posto in essere dalle altre regioni italiane, per destinare le risorse regionali aggiuntive a quelle del Miur per la formazione specialistica in ambito medico-sanitario ai laureati che hanno concluso in Umbria il proprio percorso di studi in medicina”.

 

Il consigliere regionale del Pd, Carla Casciari, commenta così l’audizione avvenuta ieri durante la seduta consiliare. “Esprimo la mia soddisfazione nell’apprendere che prima dell’estate sarà modificato il testo unico sulla sanità – prosegue – con l’obiettivo di valorizzare la continuità nel sistema Università e mondo del lavoro, dando sempre più rilevanza al tema del diritto allo studio e dell’implementazione del collante tra formazione specialistica e territorio, per non disperdere l’investimento su un patrimonio così importante quale la preparazione dei futuri medici”. RED/pg