Category

Comunicati stampa

casciari_jpg

CARCERI: ASSICURARE PERCORSI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE O LAVORATIVA ANCHE AI RECLUSI

By | Attività Istituzionale, Comunicati stampa | No Comments

casciari_jpg“La Giunta regionale spieghi quali misure intende adottare per assicurare percorsi di formazione professionale o lavorativa all’interno delle carceri della regione, dato che nel nuovo bando per l’inclusione sociale del Fondo Sociale Europeo sono esclusi i detenuti ancora in regime di detenzione intramuraria”. Lo chiede il consigliere Carla Casciari (Partito democratico) annunciando la presentazione di un’interrogazione all’Esecutivo di Palazzo Donini e sottolineando che “nelle carceri umbre si sta gradualmente attuando un regime di ‘carcere aperto’ secondo modelli di sorveglianza dinamica, che richiedono ulteriori sforzi alla polizia penitenziaria, chiamata a riorganizzare il tempo dei detenuti e gli spazi di coesistenza”.

“Questo modello di gestione – continua Casciari – richiederebbe risorse aggiuntive, necessarie all’organizzazione di attività per i detenuti, avvalendosi anche del contributo di soggetti del terzo settore specializzati nella realizzazione di progetti che hanno il valore di esperienze formative o professionali. Ciò nonostante l’avviso pubblico ‘Investimenti in favore della crescita e dell’occupazione. Programma operativo della Regione Umbria Fondo sociale europeo, Programmazione 2014/2020 Asse 2’ include tra i destinatari solo adulti sottoposti a provvedimenti dell’autorità giudiziaria in carico agli Uffici di esecuzione penale esterna e i giovani in carico all’ufficio di Servizio sociale minorile”.

Carla Casciari rimarca che “il fine della detenzione in carcere è l’espiazione della pena ma anche la riabilitazione del reo, per il quale è possibile immaginare un reinserimento nella comunità basato sull’acquisizione di competenze professionali allo scopo di limitare ulteriori e futuri costi sociali. La scelta della Giunta – conclude Casciari – non tiene conto dei risultati già raggiunti con le azioni messe in campo con la programmazione comunitaria 2007-2013 e rischia di disperdere il patrimonio di esperienze realizzate nelle carceri umbre, dove la situazione globale dei detenuti, stando ai dati forniti nella relazione del Garante dei detenuti e recentemente anche dai sindacati di polizia penitenziaria uditi in Terza commissione, è in sostanziale miglioramento”.

 

(Fonte Acs News, 16 gennaio 2016)

Logo-Comune-di-Perugia-Ufficiale

Consigliere comunale aggiunto: “Errore gravissimo la sua abolizione”

By | Comunicati stampa, Partito Democratico | No Comments

Logo-Comune-di-Perugia-Ufficiale“Ascolto, dialogo, rispetto, partecipazione. Questo serve a una città che voglia dirsi aperta, integrata e accogliente. E proprio questo garantisce – con le difficoltà che conosciamo e su cui si dovrebbe aprire una riflessione che trascenda politicismi e populismi e che coinvolga gli interlocutori adeguati – la figura del consigliere straniero aggiunto. Ecco perché non possiamo che ritenere un fatto gravissimo l’approvazione in commissione dell’ordine del giorno della Lega che vuole abolire l’articolo 24 dello Statuto comunale e, di fatto, rischia di cancellare l’opportunità per le comunità straniere di Perugia di portare, a titolo totalmente gratuito, la loro voce nella massima assise cittadina attraverso una figura istituzionale riconosciuta”. Così, in una nota, il segretario e la responsabile welfare del Pd di Perugia Francesco Maria Giacopetti e Carla Casciari. “E’ escludendo ed emarginando – chiedono Giacopetti e Casciari – che si pensa di affrontare il tema dell’immigrazione, in un momento di forti tensioni a livello nazionale e internazionale? Il sindaco Romizi deve una risposta alla città; una città che sul tema, in particolare dopo l’indiscutibile e positiva riuscita dell’iniziativa di Ponte Felcino, nata per mettere al bando la strumentalità e fare integrazione promuovendo conoscenza e dando seguito ai contenuti e agli obiettivi di un progetto europeo, dimostra di essere un passo avanti rispetto a chi la governa”.

Carla Casciari (Pd) 2

SANITÀ: “L’UMBRIA È LA REGIONE D’ITALIA CON LA MAGGIORE PERCENTUALE DI FUMATORI”

By | Attività Istituzionale, Comunicati stampa | No Comments

Carla Casciari (Pd) 2“Quali sono le azioni in ambito di prevenzione che il sistema sanitario regionale ha intrapreso per limitare l’abitudine al fumo, ormai universalmente considerato un elevato fattore di rischio per molte patologie tumorale e cardiovascolari e non solo”. È quanto chiede il consigliere regionale Carla Casciari (Pd) annunciando la presentazione di un’interrogazione.

“L’Umbria – spiega Casciari – si conferma la regione d’Italia con la maggiore percentuale di fumatori. Lo testimoniano i dati pubblicati dall’ultimo rapporto di sorveglianza Passi (Progressi delle aziende sanitarie per la salute in Italia) 2012-2015, resi pubblici in occasione del ‘World No Tobacco Day’ che si celebra domani”.

“Dal Rapporto sull’abitudine al fumo di sigaretta in Italia – continua Casciari – risulta che in Umbria, tra le persone di età compresa tra i 18-69 anni, fuma il 30,1 per cento della popolazione contro il 26,9 per cento della media nazionale. Un dato che ci pone al primo posto nella classifica davanti a Lazio (29,6 per cento) e Campania (29,3 per cento). Siamo anche tra le peggiori regioni italiane per quanto riguarda il rispetto di divieto nel locali pubblici, con l’84 per cento contro il 90,3 nazionale, nei luoghi di lavoro, con l’88,7 contro il 92,1, ed in casa, 71,3 per cento contro il 79,6. Leggendo questi dati – conclude – è necessario approfondire e conoscere gli interventi messi in campo”.

(Fonte Acs News, 30 maggio 2015)

carlacasciari_

Casciari: “Il voto di domenica sarà cruciale per il futuro della nostra regione”

By | Comunicati stampa | No Comments

carlacasciari_“Il caffè con Carla è stato un successo, un’esperienza che mi ha portato a contatto con tante persone diverse che mi hanno trasmesso positività e fiducia”: così Carla Casciari  nel corso dell’appuntamento settimanale con i cittadini “Caffè con Carla, che la candidata del Pd al consiglio regionale dell’Umbria, ha voluto riservare per un incontro diretto e informale con i cittadini nella sede del suo comitato elettorale a Ponte San Giovanni a Perugia.

“In queste settimane di campagna elettorale intensissima ho ascoltato tante storie, raccolto buoni suggerimenti, dato informazioni su quello che abbiamo fatto nei cinque anni di governo regionale e spiegato cosa vorremmo continuare a fare per il bene dell’Umbria e degli umbri” – ha detto Casciari – “Il voto di domenica sarà cruciale per il futuro della nostra regione, per questo invito tutti i cittadini ad andare a votare per dare all’Umbria un peso politico tale da consentirci di essere una regione forte nel panorama nazionale, con un governo democraticamente eletto dai cittadini e quindi ampiamente rappresentativo”.
Il voto è la dimostrazione più alta della democrazia, una scelta che può fare la differenza perché come ha ricordato il presidente Renzi,  nessuno può sentirsi escluso da queste elezioni che disegneranno il futuro dell’Umbria nei prossimi cinque anni.

“I bisogni delle persone al centro delle politiche regionali”

By | Comunicati stampa | No Comments

La crisi negli ultimi cinque anni si è fatta stringente e la programmazione politica regionale ha dovuto cambiare corso investendo in modo oculatissimo le risorse e mettendo sempre al centro i bisogni delle persone, così com’è nella “mission” di un governo di centro-sinistra. Ora, possiamo dire, di essere orgogliosi di aver fatto tutto ciò in Umbria: è quanto ha affermato la vicepresidente della Giunta regionale uscente e candidata al Consiglio Regionale dell’Umbria per il Partito Democratico, Carla Casciari, intervenendo a Marsciano ad un incontro dal titolo “Quali politiche sociali nelle comunità che cambiano” al quale era presente anche l’assessore alle politiche sociale del Comune che ha ospitato l’evento, Valentina Bonomi.

“In questi anni – ha detto Carla Casciari – lo sforzo più grande dell’amministrazione regionale è stato quello di saper leggere e assecondare i bisogni dei cittadini  partendo dalla consapevolezza del profondo cambiamento in atto. In questo contesto la giunta regionale uscente ha voluto prestare attenzione a quei nuclei familiari non poveri, ma ‘vulnerabili’, ovvero quelle famiglie che per una spesa improvvisa rischiano di scivolare nella povertà e che, nella normalità, non sono abituate a chiedere sostegni e non gravitano sui servizi sociali”.

Per Casciari la scelta è stata lungimirante: “Abbiamo erogato 6mila contratti di sostegno – ha detto – e siamo riusciti a coprire esigenze diverse. Sono orgogliosa di poter dire ora che non abbiamo lasciato le famiglie sole e che l’Umbria è stata una delle poche regioni che è riuscita in questo proposito”.

E non solo: la vicepresidente uscente, ha ricordato il sostegno alle famiglie per la frequenza agli asili nido, la proposta di legge a favore del protagonismo dei giovani, la legge per l’invecchiamento attivo, nonché le misure per favorire progetti di autonomia delle persone disabili.

“Sul Welfare non abbiamo fatto nemmeno un piccolo passo indietro e siamo riusciti a trovare le risorse per sostenere le persone e le famiglie, ma anche la rete di supporto al tessuto sociale, così come sono state sfruttate a pieno le opportunità di inserimento lavorativo per i giovani attraverso Garanzia Giovani e altre misure”.

“La Regione Umbria per due anni consecutivi, 2013 e 2014, è risultata prima tra le cinque regioni di riferimento per l’applicazione dei costi e fabbisogni standard nel settore sanitario. Per i prossimi cinque anni la sfida si sposta sulla sanità territoriale”.

Concludendo Carla Casciari ha evidenziato che “in prospettiva nella fase di riordino delle Regioni, l’Umbria dovrà essere presente sui tavoli nazionali con una propria identità. In questo contesto il voto del 31 maggio maggio sarà decisivo per garantire al nuovo governo regionale autonomia e forza politica”.

IMG_5629 (2)

Sottoscritta la legge popolare contro le false cooperative

By | Comunicati stampa | No Comments

“Le imprese cooperative rappresentano una linfa importante per il tessuto economico e sociale della regione, soprattutto quando parliamo di quelle che si occupano di accompagnamento alla persona”. E’ quanto affermato da Carla Casciari, vicepresidente della Giunta Regionale uscente e candidata nella lista del Partito Democratico per l’Assemblea Legislativa dell’Umbria, in un incontro tenutosi a Terni con alcuni rappresentanti del mondo cooperativo della città. In occasione dell’incontro, Casciari ha sottoscritto la proposta di legge popolare per contrastare le false cooperative: “Un no – ha detto Casciari -, a quelle realtà che travisano il significato e il valore del lavoro cooperativo perdendo di vista la legalità”.

Casciari: “Abbiamo mantenuto intatte le risorse per le politiche sociali”

By | Comunicati stampa | No Comments

“Circa 9 milioni di euro in meno per le spese del personale, una riduzione del 76 per cento delle risorse destinate alla gestione dell’autoparco, che da 666 mila euro sono passate a 160, con una riduzione delle auto da 115 a 23. E non solo. La Regione Umbria è tra le regioni di riferimento per l’applicazione dei costi e fabbisogni standard nel settore sanitario e, malgrado la crisi e la riduzione di finanziamenti da parte del governo centrale, sono state mantenute ferme le risorse per il welfare”. Per dimostrare la validità del lavoro svolto dall’amministrazione regionale in questi cinque anni di mandato la vicepresidente della Giunta regionale uscente e candidata al Consiglio Regionale dell’Umbria per il Partito Democratico, Carla Casciari, non usa frasi fate e parole, ma porta i fatti.  Nel corso dell’incontro pubblico con i cittadini che si è tenuto la sala della Commenda della Biblioteca G. Rodari di San Mariano di Corciano, Casciari ha fatto alcune valutazioni sull’attività della Giunta uscente mettendo in risalto la bontà della programmazione politica.    “Nonostante siano stati cinque anni duri caratterizzati da grandi crisi industriali che hanno colpito la nostra regione e segnati a livello nazionale dall’avvicendamento di quattro Governi, la Regione Umbria ha messo in campo una serie di azioni che hanno sostenuto il nostro tessuto economico e sociale. Abbiamo utilizzato con grande accortezza i soldi pubblici ed effettuato tagli importanti che hanno permesso di investire in altri settori le risorse risparmiate”.

“Con una grande senso di responsabilità  – ha proseguito Casciari – abbiamo dato un contributo importante per affrontare crisi di grandi aziende, come l’Ast di Terni appunto, per la quale la presidente Marini si è impegnata in una trattativa lunga e complicata portando a casa un buon risultato per l’economia della nostra Regione e italiana.   Nonostante i tagli ai fondi nazionali, la Regione Umbria, con un notevole sforzo, e investendo risorse proprie, ha mantenuto invariata la spesa sociale.

Concludendo Carla Casciari ha evidenziato che “pur essendo in una fase difficile caratterizzata dall’abolizione delle Province e delle Comunità Montane e con in prospettiva il riordino delle Regioni,  dobbiamo essere pronti a cogliere la sfida e far sì che l’Umbria conservi la propria identità  e continui a distinguersi per quello che il suo governo è riuscito a fare”.

All’incontro è intervenuta anche la senatrice Pd, Nadia Ginetti.

Casciari su giovani e scuola: “Ripartire dalla legge regionale e dal welfare dello studente”

By | Comunicati stampa | No Comments
giovani+“I giovani, con la scuola, sono la nostra grande scommessa. Ma per fare in modo che lo siano davvero, per dare gambe e cervello ai nostri propositi, bisogna favorire una loro partecipazione attiva alla vita della comunità, sostenendo la loro capacità di scelta, restituendo loro speranza”. Giovani e studenti sono due dei temi centrali del programma elettorale di Carla Casciari, vice presidente della Giunta regionale uscente e candidata al Consiglio Regionale dell’Umbria per il Partito Democratico.
Due argomenti fondamentali per la crescita e la ripresa economica del paese, condivisi in pieno anche dalla Giunta uscente che ha sempre parlato di “una regione a misura di giovani e per studenti” e che si è occupata di attivare il maggio numero di interventi possibile per favorire l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro e per il sostegno al diritto allo studio. In particolare, per i giovani fra il 15 e i 29 anni è stata avviata – ed è tutt’ora in atto – “Garanzia Giovani” il programma europeo al quale hanno aderito in Umbria 14.000 ragazzi, di cui 10mila residenti. Di questi 6.500 sono stati presi in carico dai centri per l’impiego del territorio e 4.850 sono state le azioni di politica attiva avviate. A questo si aggiungono le risorse destinate negli ultimi cinque anni ai Comuni per le politiche giovanili: sono state avviate azioni per la valorizzazione e la trasmissione ai giovani dei saperi tradizionali presso le botteghe artigiane, è stato dato un forte sostegno ai centri giovanili e in generale ai luoghi della partecipazione, mettendo a disposizioni spazi e creando la condizioni per una vera presenza dei gruppi giovanili sul territorio”. scuola+
“Per la scuola – ha detto ancora Casciari – abbiamo lavorato perché diventi centro nevralgico della comunità, uno spazio aperto e accessibile per chi la frequenta e saldamente legata al tessuto sociale ed economico del territorio”. “Gli investimenti che sono stati fatti nella scuola sono andati nella direzione della qualificazione dell’offerta formativa, per offrire servizi universali come il trasporto per gli studenti disabili, e anche per avviare percorsi integrativi fra scuola e formazione per la riduzione dell’abbandono scolastico”. Allo stesso tempo la Regione Umbria ha ancora iniziato una fase di sperimentazione e ampliamento dell’offerta formativa terziaria avviando quattro corsi negli Istituti Tecnici Superiori (ITS), meccanica e meccatronica, sistema casa, biotecnologie industriali e agroalimentare, che  sono profili altamente specializzati e spendibili sul mercato del lavoro perché vicini alle richieste e alla caratteristiche del nostro tessuto produttivo.  “I giovani – ha sottolineato Carla Casciari – devono tornare protagonisti del loro presente fin dall’età scolastica, per questo intendo mettere al centro i temi del diritto allo studio e del welfare studentesco, cominciando col dare maggior forza e capillarità dalla ‘Carta dello Studente-Io Studio’ recentemente introdotta in Umbria con un’edizione speciale, con la volontà di estenderla anche agli studenti universitari”.
“Per i giovani dell’Umbria – ha proseguito Casciari – ripartirò dal testo di legge in materia di politiche giovanili, frutto di un lungo cammino di condivisione trasversale con le associazioni giovanili, forum, consulte, scuole, che dopo l’approvazione della Giunta regionale non ha avuto esito positivo in Consiglio regionale”.
Quel testo, oltre alla definizione di specifici atti di programmazione, aveva previsto che i giovani partecipassero in prima persona alla vita pubblica. “Riprenderò quindi l’iniziativa di prevedere la costituzione di un Consulta regionale composta al massimo da 35 rappresentanti dell’associazionismo giovanile con poteri di indirizzo, e con l’obbligo di esprimere un parere sugli atti che li riguardano”.

Casciari su sciopero medici di base: “Sono solidale con loro, saranno protagonisti della futura riorganizzazione della rete sanitaria”

By | Comunicati stampa | No Comments

sanità+“Sono solidale con i sindacati e con la categoria dei medici di base che dovranno essere protagonisti della futura riorganizzazione della rete sanitaria territoriale”. Con queste parole Carla Casciari, vicepresidente della Giunta Regionale uscente e candidata alle prossime elezioni regionali nella lista del Partito Democratico, ha espresso il proprio sostegno ai medici di medicina generale e ai pediatri di libera scelta, all’indomani della giornata di sciopero proclamata su tutto il territorio nazionale.

“La programmazione sanitaria regionale d’ora in avanti – ha aggiunto Casciari – dopo aver compiuto negli ultimi anni la riorganizzazione delle rete ospedaliera, si concentrerà sulla messa a sistema di nuovi centri di erogazione dei servizi sanitari, le Case della salute, e in questa delicata fase di transizione i medici di base avranno un ruolo fondamentale per assicurare ai cittadini una sanità che sia vicina e il più possibile veloce, penso ad esempio, alla possibilità concreta di snellire, grazie al loro “lavoro di filtro”, gli accessi impropri ai pronto soccorsi ospedalieri della regione”.

“Per realizzare questo cambiamento – ha concluso Casciari – sarà necessario avviare azioni sinergiche con i medici di medicina di generale e i pediatri di libera scelta, nonché instaurare un dialogo costruttivo per intraprendere un percorso condiviso per l’interesse comune dei cittadini”.

Casciari su immigrazione: “I nuovi cittadini sono un contributo alla crescita e al futuro dell’Umbria”

By | Comunicati stampa | No Comments

“I nuovi cittadini sono un contributo alla crescita e al futuro dell’Umbria anche in considerazione del numero di imprese con titolari stranieri che lavorano attivamente sul nostro territorio”. E’ quanto affermato da Cara Casciari vicepresidente della Giunta Regionale uscente e candidata alle elezioni regionali con la lista del Partito Democratico, intervenendo all’incontro “La buona immigrazione” organizzato presso il Cinema Melies di Perugia. “L’imprenditorialità degli stranieri è un segnale della permanenza degli immigrati nella nostra regione che hanno scelto l’Umbria quale terra per costruire un percorso di vita con le loro famiglie” – ha detto ancora Casciari. “A questo – ha concluso –  si aggiunge la possibilità che i nuovi cittadini possano diventare ‘ambasciatori’ dell’Umbria nei loro paesi di origine, facendosi promotori di progetti di cooperazione internazionale, come ad esempio quelli già avviati con l’Albania e il paesi del Sud America, che rappresentano per l’economia regionale un fondamentale canale di internazionalizzazione delle nostre produzioni e delle nostre eccellenze”.