Category

Partito Democratico

carlacasciari_

Stasera assemblea pubblica del Pd a Ponte Valleceppi

By | Comunicati stampa, Partito Democratico | No Comments

carlacasciari_PONTE VALLECEPPI – Un’assemblea pubblica per approfondire il tema del prossimo futuro dell’area nord di Perugia. L’incontro, promosso dalla sezione del Pd di Ponte Valleceppi, è in programma questa sera (lunedì 9 ottobre) alle ore 21 presso la Casa del Popolo di Ponte Valleceppi. Parteciperanno Fernanda Cecchini, assessore regionale, Carla Casciari, consigliere regionale Pd, Erika Borghesi, consigliere provinciale Pd, e Leonardo Miccioni, consigliere comunale Pd.

“Abbiamo organizzato questa assemblea – afferma Patrizia Cavalaglio, ex consigliere comunale – per parlare del futuro e dello sviluppo del territorio anche alla luce dell’apertura del congresso Pd cittadino. Approfitteremo della presenza di alcuni amministratori per fare il punto sui progetti già finanziati, come la riqualificazione del percorso verde da Ponte Valleceppi a Villa Pitignano grazie ai 2 milioni di euro stanziati dalla Regione Umbria tramite l’assessorato guidato da Fernanda Cecchini; della sistemazione del parco che a Ponte Valleceppi connette il percorso verde lungo il fiume Tevere ad altra sentieristica Regionale, progettata in un bando sui Fondi del Psr (Programma sviluppo rurale); si parlerà anche dello stato dei lavori per l’arginatura del Tevere con la consigliera provinciale Erika Borghesi. Questa assemblea – sottolinea Cavalaglio – sarà anche l’occasione per riflettere su come il nostro territorio potrebbe cambiare e crescere con l’arrivo di Ikea a Collestrada da una parte, la costruzione del centro commerciale Conad a Ponte Felcino dall’altra e sulle ripercussioni che avranno sulla viabilità. Temi questi, oltre a quelli dei servizi scolastici, che hanno visto nel tempo l’attenzione congiunta dei due consiglieri del Pd del territorio: Carla Casciari per la Regione e Leonardo Miccioni per il Comune”.

ponte

NO ALLA PERCORRENZA A SENSO UNICO DEL PONTE DI PONTE VALLECEPPI

By | Comunicati stampa, Partito Democratico | No Comments

ponte“No al senso unico sul ponte di Ponte Valleceppi di Perugia”. È quanto ribadiscono i consiglieri Carla Casciari (Regione Umbria) e Leonardo Miccioni (Comune di Perugia) ed il locale Circolo Pd alla luce di quanto deciso ieri dall’Amministrazione comunale in merito alla percorrenza a senso unico del ponte. Un “no” scaturito dal fatto che ritengono che tale decisione sia stata affrettata e non rispondente alle esigenze di un’intera comunità, già penalizzata gravemente dai lavori sul raccordo della superstrada E45 in quanto tale via si comunicazione è porta di accesso alla città per tutta la zona nord di Perugia e non solo.

Pertanto i due consiglieri ed il Circolo del Pd di Ponte Valleceppi invitano il Comune di Perugia a verificare già da subito la fattibilità di istituire un senso unico alternato tale da scingiurare l’isolamento di una intera comunità e chiedono che vengano partecipati con la popolazione l’entità dei danni che il ponte ha subito a seguito dell’evento sismico degli ultimi giorni e le decisioni in merito alla percorrenza dello stesso che verranno adottate.

 

carlacasciari_

MENSE SCOLASTICHE, INTERVENTO SU INDAGINI MAGISTRATURA

By | Comunicati stampa, Partito Democratico | No Comments

carlacasciari_“Quello che è successo dimostra che c’erano situazioni atipiche sulla gestione delle mense scolastiche del Comune di Perugia, visto che anche la magistratura è intervenuta a definire questa vicenda. Di certo l’attuale amministrazione comunale, che aveva fatto della partecipazione un cavallo di battaglia in campagna elettorale, ha fallito proprio nell’attivare politiche che partono dal basso”. È quanto affermato da Carla Casciari, responsabile del Forum “welfare e scuola” del Pd di Perugia, in merito ai risultati delle indagini emerse nei giorni scorsi sul servizio mensa rivolto alle scuole della città.

“Su di un tema così centrale come l’educazione e la salute dei bambini i genitori degli alunni, che a settembre scorso hanno subito una drastica riorganizzazione del servizio mensa, hanno positivamente reagito coordinandosi su un tavolo unico – ha proseguito – per fare ciò che l’amministrazione ha sempre omesso di fare, ovvero informarsi, avere un ruolo nella quotidianeità dei loro bambini e condividere idee e possibili soluzioni. E così, nonostante la tenacia delle famiglie degli studenti, via via più consapevoli di un gruppo consiliare di minoranza che è riuscito a coagulare nel Consiglio grande (che si è tenuto lo scorso 18 maggio, ndr) le istanze di coloro che vorrebbero che il pasto a scuola dei propri bambini continuasse ad essere un momento prima di tutto di crescita e di educazione collettiva, manca ancora per l’inizio del nuovo anno scolastico un riconoscimento di un ruolo istituzionale dei genitori sia in fase di costruzione del capitolato che nel ruolo naturale di controllo post aggiudicazione. Ad oggi, se la situazione è precipitata, fino all’apertura delle indagini nei confronti di 13 persone, non lo si può certamente imputare ad una città che non abbia suggerito soluzioni ma alla profonda negligenza della giunta perugina che, pur di negare le reali problematiche, ha preferito perseverare nella propria scelta politica”.

cartaidentita

FINALMENTE A PERUGIA LA PRIMA ISCRIZIONE ALL’ANAGRAFE DI UN RICHIEDENTE ASILO

By | Comunicati stampa, Partito Democratico | No Comments

cartaidentita“Finalmente un diritto garantito! Abbiamo appreso che nei giorni scorsi il Comune di Perugia ha finalmente rispettato la norme nazionali e gli indirizzi delle prefettura di Perugia e ha iscritto, presso la propria anagrafe, uno straniero extracomunitrio con permesso di soggiorno per motivi asilo e di protezione umanitaria”. Così Carla Casciari, responsabile del Forum comunale del Partito Democratico Welfare e Scuola, e Marco Hromis, responsabile del Dipartimento Europa del PD cittadino.

“Nei mesi scorsi, a seguito delle segnalazioni ricevute dell’associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione (ASGI), ci siamo attivati come partito nelle diverse sedi istituzionali per giungere ad una soluzione che uniformasse la prassi di iscrizione anagrafica degli extracomunitari richiedenti asilo in quei Comuni, e Perugia era fra questi, che per un’errata interpretazioni delle norme subordinava il rilascio dell’iscrizione alla presentazione del passaporto”.

“Questa prassi – continuano – era del tutto immotivata e illegittima se si pensa che un richiedente asilo possa rivolgersi all’ambasciata del paese da cui è fuggito per riottenere il passaporto, o che viste le modalità presso tragiche di arrivo in Italia possa esserne ancora in possesso”.

“L’adeguamento che il Comune di Perugia ha realizzato nella sua prassi di rilascio dell’iscrizione anagrafica premia il lavoro congiunto svolto in consiglio comunale e in consiglio regionale” – commentano Casciari e Hromis.  “Infatti a seguito di due interrogazioni, una in comune e una all’assessore regionale competente, si è giunti ad un incontro chiarificatore fra i Comuni e la Prefettura nel quale sono stati riaffermati i principi espressi nelle Linee Guida del Ministero dell’Interno sul diritto alla residenza di richiedenti e beneficiari di protezione internazionale, e i conseguenti adempimenti da porre in essere per l’iscrizione dei cittadini richiedenti asilo”.

“L’ottenimento dell’iscrizione anagrafica e la relativa residenza presso uno dei centri di accoglienza dove i profughi sono accolti è un diritto che deve essere garantito dal quale dipendono anche la sicurezza e la salute pubblica, oltre che offrire la possibilità di svolgere un percorso di formazione e/o lavoro”.

“In questa azione congiunta che ha visto coinvolti più livelli istituzionali e ha visto la collaborazione di associazioni che quotidianamente sono impegnate in ambiti delicati come lo è quello dell’immigrazione, si è vista la buona politica che cerca di dare risposte immediate, e che si preoccupa di semplificare i procedimenti che incidono sull’efficienza dell’amministrazione”.

mensa scolastica 2(3)

“I SERVIZI EDUCATIVI NON SONO UN COSTO, MA UN INVESTIMENTO PER BAMBINI E FAMIGLIE”

By | Comunicati stampa, Partito Democratico | No Comments

mensa scolastica 2(3)“I servizi educativi per l’infanzia per un’amministrazione comunale non sono semplicemente un costo o una voce di spesa, sono piuttosto un investimento per i bambini e per le loro famiglie, sono un servizio alla comunità e ai cittadini”. Con queste parole Carla Casciari, responsabile del Forum Welfare e Scuola del Partito Democratico di Perugia, interviene sulle dichiarazioni rese dalla giunta del Comune di Perugia in merito alla gestione degli asili nido comunali. “Per la prima volta nella nostra città abbiamo assistito alla chiusura di un nido pubblico, quello di Collestrada, senza che i genitori che sono anche cittadini ed elettori, fossero adeguatamente informati sul futuro del nido La Magnolia. Lo ritengo un fatto molto grave che mina il rapporto di fiducia che l’amministrazione comunale di Perugia aveva negli anni costruito con i suoi cittadini e con il suo territorio”. “Le dichiarazioni rese dagli esponenti della giunta comunale dimostrano che per il centro destra i servizi per i nostri bambini non sono un bene comune che deve essere tutelato e valorizzato investendo risorse pubbliche, ma viene allineato a qualunque altra voce di spesa e come tale deve essere contenuta senza magari valutare di effetti di certe scelte sulla qualità dei servizi”. “Ritengo – conclude Casciari – che sia urgente e necessario che l’amministrazione instauri con le famiglie dei bambini che frequentano o frequenteranno gli asili comunali un confronto aperto e trasparente sulle scelte che la giunta comunale vorrà fare per il futuro. Bisogna evitare, come già accaduto per le mense scolastiche, che le decisioni vengano prese negli uffici senza la partecipazione dei cittadini direttamente interessati”.

mensa scolastica 2(3)

MENSE SCOLASTICHE: “SI PUO’ FARE DI PIU’”

By | Comunicati stampa, Partito Democratico | No Comments

mensa scolastica 2(3)Il delicato tema della gestione delle mense scolastiche nel Comune di Perugia è stato al centro dell’incontro congiunto dei Forum Comunali del Partito Democratico Welfare-Scuola e Cultura, coordinati da Carla CasciariFrancesco Zuccherini, i quali hanno deciso di affrontare insieme questo argomento per giungere a elaborare proposte costruttive che superino le criticità emerse in questi mesi di gestione esternalizzata.

“Riteniamo che il tema dell’alimentazione dei più piccoli vada affrontata in maniera sistemica – hanno detto -, fornendo informazioni dettagliate sul sistema di gestione, coinvolgendo i genitori e i comitati mensa senza nella definizione delle scelte che riguardano i propri figli”. “In altri comuni dell’Umbria la strada dell’esternalizzazione dei servizi mensa è già stata intrapresa da diversi anni –hanno detto -, ma a differenza di Perugia il cambiamento è stato guidato e le famiglie sono state coinvolte fin dall’inizio”.

La strada che i Forum vogliono percorrere prima di giungere ad una proposta vede prima di tutto l’organizzazione su diversi territori del perugino degli incontri aperti alla cittadinanza nei quali affrontare il tema dei servizi mensa con esperti del settore alimentare e sanitario, dando la parola ai Comitati mensa e a quanti sono interessati al tema. “La proposta cui vorremmo arrivare – spiegano – è un insieme di azioni mirate non solo al miglioramento dell’attuale sistema di gestione delle mense ma anche all’aumento della consapevolezza dei cittadini sulle questioni legate a corretti stili di vita ed adeguata alimentazione, partendo dai più piccoli per coinvolgere tutta la famiglia e tutte le generazioni”.

“L’aspettativa – concludono i Forum – è che si riapra una confronto costruttivo su temi che non appartengono a nessun colore politico ma che riguardano la qualità della vita nella nostra città”.

(Fonte PD Perugia, 11 febbraio 2016)

Logo-Comune-di-Perugia-Ufficiale

Consigliere comunale aggiunto: “Errore gravissimo la sua abolizione”

By | Comunicati stampa, Partito Democratico | No Comments

Logo-Comune-di-Perugia-Ufficiale“Ascolto, dialogo, rispetto, partecipazione. Questo serve a una città che voglia dirsi aperta, integrata e accogliente. E proprio questo garantisce – con le difficoltà che conosciamo e su cui si dovrebbe aprire una riflessione che trascenda politicismi e populismi e che coinvolga gli interlocutori adeguati – la figura del consigliere straniero aggiunto. Ecco perché non possiamo che ritenere un fatto gravissimo l’approvazione in commissione dell’ordine del giorno della Lega che vuole abolire l’articolo 24 dello Statuto comunale e, di fatto, rischia di cancellare l’opportunità per le comunità straniere di Perugia di portare, a titolo totalmente gratuito, la loro voce nella massima assise cittadina attraverso una figura istituzionale riconosciuta”. Così, in una nota, il segretario e la responsabile welfare del Pd di Perugia Francesco Maria Giacopetti e Carla Casciari. “E’ escludendo ed emarginando – chiedono Giacopetti e Casciari – che si pensa di affrontare il tema dell’immigrazione, in un momento di forti tensioni a livello nazionale e internazionale? Il sindaco Romizi deve una risposta alla città; una città che sul tema, in particolare dopo l’indiscutibile e positiva riuscita dell’iniziativa di Ponte Felcino, nata per mettere al bando la strumentalità e fare integrazione promuovendo conoscenza e dando seguito ai contenuti e agli obiettivi di un progetto europeo, dimostra di essere un passo avanti rispetto a chi la governa”.