FORMAZIONE: “FAVORIRE L’ACCESSO AI CORSI REGIONALI PER OPERATORE SOCIO SANITARIO”

DSC_0122

DSC_0122(Acs) Perugia, 8 maggio 2018 – “Consentire ai diplomati nel nuovo corso di studi ‘Servizi per la Sanità e l’assistenza sociale’ l’accesso ai corsi regionali per Operatore Socio Sanitario (OSS) beneficiando di un riconoscimento dei crediti acquisiti, in modo da poter conseguire, in un periodo più breve dei 18 mesi previsti, la qualifica professionale”. Carla Casciari (Partito democratico) annuncia in proposito la presentazione di una mozione spiegando che “la formazione di questa figura professionale è di competenza delle Regioni e delle Province autonome, che provvedono all’organizzazione dei corsi e delle relative attività didattiche”.

 

“Oggi più che mai – afferma Casciari – gli istituti professionali devono rispondere all’esigenza di fornire ai giovani percorsi formativi finalizzati al conseguimento di un titolo di studio, fondati su una solida base di istruzione generale e tecnico-professionale riferita a filiere produttive di rilevanza nazionale che, a livello locale, possano assumere connotazioni specifiche. Hanno un ruolo strategico per la crescita delle persone e del Paese – spiega -, quanto più riescono a raccordare la propria offerta formativa con le opportunità che caratterizzano l’ambito socio economico delle realtà nelle quali insistono. A tale fine è necessario che le istituzioni locali, in casi come questo, facilitino questo percorso incentivando l’occupazione ed offrendo un percorso di studi adeguato, ma allo stesso tempo snello”.

 

Per questi motivi Casciari ritiene che sia “fondamentale uno stretto raccordo del mondo del lavoro con il contesto territoriale, un costante collegamento finalizzato all’inserimento lavorativo con una flessibilità rispondente ai mutamenti normativi e sociali. Nello specifico – aggiunge -, a fronte del recente riordino degli istituti professionali, avvenuto a livello nazionale, è opportuno valutare la possibilità che gli studenti che si diplomano nel percorso di studi ‘Servizi per la Sanità e l’assistenza sociale’ possano accedere ai corsi regionali per OSS beneficiando di un riconoscimento dei crediti per poter conseguire più velocemente tale titolo ed accedere, così, al mondo del lavoro, completando una formazione e concludendo un percorso di studio di fatto già iniziati nei cinque anni di percorso scolastico. Infatti – conclude – questi studenti, al momento del diploma, hanno già acquisito molta della formazione socio sanitaria. Riconoscere loro parte dei crediti – conclude – incentiverebbe la loro partecipazione ai corsi, che andrebbe ad integrare e finalizzare le loro competenze con una qualifica spendibile nel mondo del lavoro”. RED/as

Leave a Reply