LAVORO: “ISTITUIRE LA GIORNATA REGIONALE E L’OSSERVATORIO REGIONALE SULLE POLITICHE DI WELFARE AZIENDALE, CON SEDE IN ASSISI”

Carla Casciari

Carla Casciari(Acs) Perugia, 28 dicembre 2017 – La consigliera regionale del Partito democratico Carla Casciari ha presentato una mozione che impegna la Giunta regionale a “istituire la Giornata regionale e l’Osservatorio regionale sulle politiche di welfare aziendale, sostenendo la candidatura del Comune di Assisi quale sede dell’osservatorio e luogo dove celebrare la giornata nazionale”.

“La Legge regionale “Norme per le politiche di genere e per una nuova civiltà delle relazioni tra donne e uomini” – spiega Casciari – prevede l’istituzione dell’Osservatorio regionale sulle politiche di welfare aziendale. La Giunta Regionale “con proprio atto disciplina le modalità di composizione dell’Osservatorio e le forme di partecipazione. I componenti dell’Osservatorio vi partecipano a titolo gratuito. L’Osservatorio ha il compito di raccogliere, analizzare e diffondere le buone pratiche di conciliazione e di welfare aziendale presenti sul territorio. La Regione, al fine di promuovere le iniziative e le azioni realizzate a livello territoriale dagli enti locali e dalle imprese a favore delle politiche di conciliazione del propri dipendenti, celebra annualmente la Giornata regionale del welfare aziendale. La Giunta Regionale con proprio atto disciplina le modalità di svolgimento della Giornata regionale del welfare aziendale individuando una data e il programma delle iniziative”.

“Inoltre – prosegue – il Consiglio comunale di Assisi ha deliberato all’unanimità l’approvazione di una mozione presentata dai consiglieri comunali Francesca Corazzi e Federica Lunghi avente ad oggetto ‘Istituzione della giornata nazionale e dell’osservatorio regionale sulle politiche di welfare aziendale in Assisi’. Nella mozione approvata al Comune di Assisi si legge che all’interno del mondo aziendale vengono definiti ‘family friendly’ quelle imprese che riconoscendo il ruolo sociale insostituibile della famiglia, e l’importanza nell’economia moderna del capitale umano, adottano a favore dei propri dipendenti, interventi diretti ad agevolare l’armonizzazione  dei tempi quotidiani, sia di lavoro, sia di tipo personale, o familiare, senza per questo  trascurare le esigenze dell’impresa. Dal punto di vista  delle aziende, tali interventi costituiscono un intervento economico organizzativo che può incidere e migliorare la qualità dei rapporti tra imprenditori e propri dipendenti. Si generano, infatti, anche significativi vantaggi e benefici di ritorno, tra cui un clima aziendale più sereno e un maggiore interesse lavorativo, che traducendosi in un maggiore senso di appartenenza all’impresa, riducono assenteismo, turnover e conflitti interni. L’attenzione in termini di pari opportunità, e di facilitazione nella conciliazione della gestione delle risorse umane, può diventare elemento di riconoscibilità, in grado di rendere migliore l’immagine non solo interna, ma sopratutto esterna dell’impresa, che veicolando il messaggio di azienda family friendly, potrebbe anche vedere migliorare la propria posizione competitiva”.

“Infine – ricorda Casciari – l’8 marzo 2014 ad Assisi è stata realizzata la prima edizione del  premio per le aziende ‘family friendly’. In tale occasione era stata avanzata dai rappresentanti delle aziende partecipanti al premio, la proposta di realizzare ad Assisi un punto di riferimento nazionale per le politiche ‘family friendly’, per raccogliere, organizzare e promuovere tutte le migliori prassi praticate in Italia ed anche in Europa. Una proposta in tal senso, è stata rimessa alla attenzione della Giunta regionale”. RED/pg

Leave a Reply