MOZIONE TRASPORTO PUBBLICO SCOLASTICO, PRESTO AUDIZIONI IN SECONDA COMMISSIONE

AL

AL(Acs) Perugia, 22 ottobre 2018 – La Seconda commissione consiliare ha approvato all’unanimità (presenti: Brega, Casciari, Chiacchieroni, Smacchi-Pd, Rometti-SeR, Ricci-Rp/Ic) il Programma di attività dell’Agenzia forestale per l’anno 2018, sulla base dell’apposita delibera di Giunta. L’atto sarà sottoposto all’Assemblea legislativa dell’Umbria ai fini del solo esame.

 

Il presidente Brega ha poi deciso di convocare in audizione l’assessore regionale ai trasporti e una rappresentanza degli studenti per conoscere le istanze relative alla mozione presentata da Carla Casciari (Pd) con cui si vuole impegnare la Giunta a “valutare l’opportunità di applicare degli sconti per gli abbonamenti al trasporto pubblico scolastico sulla base dell’Isee del nucleo familiare, che contempli anche la gratuità dei mezzi per gli studenti le cui famiglie abbiano un indicatore Isee inferiore a 10mila 632 euro, valore preso a riferimento dalla stessa Giunta per il bando relativo alla gratuità o semigratuità dei libri di testo”.

 

“L’abbonamento scolastico – ha spiegato Casciari – non tiene conto del reddito nonostante le famiglie spendano molto, inoltre non è possibile fare il trimestrale né tanto meno quello mensile, e non ci sono biglietti multi-corse, che prevedono ribassi di prezzo, per gli studenti. Quindi è giusto sentire l’assessore in vista del bando per la gara sul trasporto pubblico regionale, anche in considerazione del fatto che molte Regioni hanno messo le agevolazioni come elemento di punteggio premiante per il bando di gara, mentre in alcune città, come a Foligno, hanno già risolto con risorse proprie e del Tpl”.

 

Sull’argomento il consigliere Rometti (SeR) ha ricordato che “il piano trasporti prevede che il 2 per cento delle risorse sia destinato a soggetti svantaggiati, ma tale previsione non sembra sia destinata allo scopo, quindi giusto sentire i tecnici per sapere come viene sostenuto il servizio pubblico per anziani, studenti e categorie deboli, dal momento che ci sarebbero risorse ad hoc”. PG/

Leave a Reply