OMOFOBIA: “ UNA LEGGE CHE PONE AL CENTRO I DIRITTI DI TUTTI”

“Molto positivo il lavoro che la Commissione ha compiuto in questi mesi per giungere ad un testo normativo che fosse il più condiviso possibile, un articolato che ha il merito di porre al centro i diritti di tutte le persone”. Così il consigliere regionale Carla Casciari (Partito democratico) dopo il via libera, ieri, da parte della Terza Commissione, alla proposta di legge: ‘Norme contro le discriminazioni e le violenze determinate dall’orientamento sessuale’.

“Al riconoscimento dei diritti – aggiunge Casciari – deve accompagnarsi una rafforzata cultura dell’inclusione, che metta al bando comportamenti violenti e che sancisca il primato dell’uguaglianza in tutti gli ambiti della vita di ogni cittadino: dalla scuola al mondo del lavoro, alla socialità in senso generale”.

“I recenti fatti di Orlando, negli Stati Uniti, – commenta l’esponente del Pd – hanno evidenziato un diffuso sentimento di odio che si esprime anche tramite i social network e l’Umbria non sembra essere immune da queste forme di discriminazione. Rilevazioni effettuate dall’osservatorio ‘Vox Diritti’, in collaborazione con le università di Milano, Bari e Roma – continua -, hanno evidenziato che gli utenti umbri dei social network, in particolar modo di Twitter, usano un linguaggio estremamente discriminatorio verso donne, omosessuali, stranieri e disabili, un comportamento che colloca l’Umbria tra le regioni più intolleranti d’Italia”.

Secondo Carla Casciari, “leggi come questa devono contribuire a ribadire una cultura del rispetto, cominciando col correggere linguaggi ed espressioni che sono il primo segnale di odio, le cui vittime sono le persone più fragili. Con questa legge – conclude Casciari – l’Umbria si pone l’obiettivo concreto di sostenere azioni che contrastano l’omofobia nel rispetto della vocazione inclusiva di cui la nostra regione è sempre stata espressione”.

(Fonte ACS News, 23 giugno 2016)

Leave a Reply