Question Time: “AZIONI DA INTRAPRENDERE PER IMPLEMENTARE IL PROGETTO ‘MIGLIORIAMO LO STILE DI VITA DEI BAMBINI UMBRI’”

Carla Casciari Umbria

Carla Casciari Umbria“I dati di ‘Okkio alla salute’, un sistema di sorveglianza sul sovrappeso e l’obesità nei bambini delle scuole primarie (6-10 anni) e i fattori di rischio correlati promosso dal ministero della Salute fanno registrare che in Umbria la popolazione tra i 4 e i 12 anni è in sovrappeso nel 26 per cento dei casi, o addirittura obesa per il 9 per cento. Secondo questi risultati, l’Umbria è la regione che ha la più alta incidenza di obesità tra quelle del Centro-nord Italia”: i consiglieri regionali del Partito democratico Attilio Solinas e Carla Casciari annunciano la presentazione di una interrogazione alla Giunta regionale per “conoscere quali azioni intende intraprendere per sostenere e implementare il progetto ‘Miglioriamo lo stile di vita dei bambini umbri’ nei prossimi anni scolastici, alla luce delle evidenze scientifiche rilevate”.

“Gli assessorati allo sport e all’istruzione della Regione – spiegano i due consiglieri – in collaborazione con il Coni Umbria, hanno coordinato un progetto regionale al fine di promuovere l’attività fisica regolare nelle scuole primarie di primo grado fin dalla prima classe. Il protocollo è inserito nel progetto ‘Sport di Classe’, realizzato a livello nazionale dal Miur e Coni, che coinvolgeva solo le classi terze, quarta e quinta della scuola primaria, con due ore di attività fisica realizzate dalle insegnanti di ciascuna classe coadiuvate da un tutor, ovvero un laureato in Scienze Motorie. Il progetto si è concretizzato con la firma, nell’aprile del 2015, di un protocollo tra Regione Umbria, all’USR per l’Umbria, il Coni Umbria e il Cip Umbria, i quali saranno promotori di iniziative volte a diffondere l’educazione alimentare e la sana alimentazione dei bambini e delle loro famiglie. Il protocollo prevede anche il coinvolgimento dell’assessorato all’agricoltura per la promozione, tramite le misure del PSR 2014-2020, dei prodotti locali e della filiera corta, oltre che il coordinamento della distribuzione di frutta a scuola nell’ambito del progetto nazionale ‘Frutta nelle scuole’”.

“La Giunta – aggiungono Casciari e Solinas – ha approvato, nell’ambito di questo protocollo, il progetto “Miglioriamo lo stile di vita dei bambini umbri” che per l’anno scolastico 2015/2016 ha visto coinvolte 62 istituzioni scolastiche in provincia di Perugia e 21 in Provincia di Terni, per un totale di 383 classi (296 a Perugia, 87 a Terni). Il progetto è inserito fra i sessantacinque progetti di attività previsti nella seconda parte del Piano sanitario regionale della prevenzione 2014/2018. Inoltre, i riscontri statistici elaborati in via preliminare dall’Università degli Studi di Perugia, in particolare dal centro Curiamo, su circa la metà dei bambini coinvolti nel progetto ‘Miglioriamo lo stile di vita dei bambini umbri’, hanno evidenziato che alla fine dell’anno scolastico: si riduce il grasso viscerale mentre aumenta la massa muscolare, le famiglie partecipano al miglioramento dei propri stili di vita, consumando più pasti insieme e aumenta significativamente l’aderenza alla dieta mediterranea. I bambini consumano più frutta, verdura e pesce, fanno più spesso colazione e hanno ridotto il consumo di cibo dai fast-food. Infine, si riduce nei bambini il tempo d’inattività giornaliera. I primi seppur parziali riscontri – concludono – dimostrano la validità del progetto, con il quale si stanno migliorando le abitudini alimentari dei bambini e delle loro famiglie’”

(Fonte ACS News)

Leave a Reply