QUESTION TIME: EMANARE IL REGOLAMENTO DEL BANCO DELLA TERRA PER SOSTENERE GIOVANI AGRICOLTORI

consiglio regionale

consiglio regionaleDurante la seduta odierna dell’Assemblea legislativa dell’Umbria, nella sessione dedicata alle interrogazioni a risposta immediata, il consigliere Carla Casciari (Pd) ha illustrato l’atto ispettivo sullo stato di attuazione del “banco della terra”, che porta anche la firma del collega Gianfranco Chiacchieroni.

Casciari ha spiegato l’atto ispettivo che mira a verificare “lo stato d’attuazione del ‘Banco della Terra’, dell’elenco terreni agricoli ed a vocazione agricola, nonché dei beni iscrivibili, ovvero terreni agro-forestali, delle aziende agricole e dei fabbricati rurali, di proprietà pubblica o privata, idonei e disponibili per essere oggetto di contratti di locazione e di concessione. Dai numeri di Coldiretti nel 2015 c’è stato un aumento record dei giovani lavoratori agricoli indipendenti, pari al 35 per cento tra imprenditori agricoli, coadiuvanti familiari e soci di cooperative. A fronte di questi numeri giova ricordare che i beni inseriti nel Banco della Terra saranno destinati prioritariamente per una quota non inferiore al 50 per cento a giovani under 30. E, per un’ulteriore quota non inferiore al 30 per cento, alle cooperative agricole sociali”.

L’assessore Fernanda Cecchini ha risposto sottolineando che “il regolamento sul banco della terra non è stato emanato perché la Giunta ha individuato la necessità di apportare delle modifiche alla legge. Lunedì prossimo la Giunta di Palazzo Donini sarà in grado di adottare il nuovo testo normativo per poi portarlo all’Assemblea legislativa. Nelle settimane successive saremo così in grado di redigere il relativo regolamento attuativo”.

Casciari ha replicato rimarcando l’importanza del bando della terra e dell’emanazione di un regolamento che consenta di mettere a sistema la risorsa paese e territorio con risorse e innovazione”.

(Fonte Acs News, 3 maggio 2016)

Leave a Reply