RAPPORTO AUR: “VOLONTARIATO IN UMBRIA MOLTO DINAMICO, MA NECESSARIO SVILUPPARE RETI ASSOCIATIVE PIÙ AMPIE, COINVOLGENDO ANCHE REALTÀ PIÙ PICCOLE”

“Il volontariato in Umbria è una realtà molto dinamica e vivace ma è necessario costruire strategie che portino a sviluppare reti associative ancora più ampie e strutturate, che coinvolgano anche le realtà più piccole, con l’obiettivo di accrescere il capitale sociale di una comunità attraverso azioni progettuali, ricche di partecipazione e di democraticità”. Lo ha dichiarato il consigliere regionale Carla Casciari (Pd) in riferimento alla presentazione del rapporto “Associazionismo e Volontariato in Umbria” dell’Agenzia Umbria Ricerche, che si è tenuta oggi pomeriggio nel Cinema Melies di Perugia.

“Dai dati Istat citati dal rapporto – spiega Casciari – emerge che l’Umbria è la quarta regione italiana come presenza di istituzioni no profit in rapporto alla popolazione, pari al 2,1 per cento del totale nazionale. In termini assoluti, nel 2011 sono state censite 6mila 249 istituzioni no profit che impegnano, direttamente o indirettamente, circa 13mila persone. Un dato significativo per una regione di 900mila abitanti. Quasi seicento (578), infine, sono le organizzazioni iscritte nel registro regionale del volontariato al dicembre 2015. Sono tutti numeri che ci fanno ben intuire come le politiche di welfare abbiano subito un profondo cambiamento rispetto ad alcuni decenni fa, sia in termini di domanda sia di offerta di servizi ed interventi”.

“È di qualche giorno fa  – prosegue – l’approvazione alla Camera del disegno di legge delega per la riforma del Terzo Settore, una norma attesa da molti anni, che dovrà interpretare appieno, attraverso i decreti attuativi, le esigenze del nuovo modello di welfare che la mutata realtà sociale richiede. L’Umbria – conclude – non si è fatta trovare impreparata alle sfide che dovranno essere affrontate e il rapporto presentato oggi sarà un’ottima base di conoscenza e approfondimento di un settore in evoluzione e continua crescita”.

(Fonte Acs News, 27 maggio 2016)

Leave a Reply