VERTENZA PERUGINA: “VIGILEREMO SULL’EVOLVERSI DELLA SITUAZIONE, MA DALLA CITTÀ DI PERUGIA MI ASPETTO UNA MOBILITAZIONE IMPORTANTE E PARTECIPATA”

(foto Pasquale Punzi)

Carla Casciari davanti Perugina(Acs) Perugia, 27 settembre 2017 – “La Perugina deve appartenere alla città di Perugia”. È quanto afferma Carla Casciari (Partito democratico), in merito alla questione dei 364 esuberi annunciati dalla multinazionale Nestlé.
“Questa mattina – prosegue – ho preso parte al presidio indetto dalle sigle sindacali davanti allo stabilimento di San Sisto in concomitanza all’incontro promosso a Roma presso la sede del ministero dello Sviluppo economico. La Perugina è uno dei simboli della nostra città, un patrimonio, non solo economico, che va difeso non solo dalla politica ma da tutta la società civile perugina”.
“La sua fondatrice, Luisa Spagnoli – continua Casciari -, è considerata una delle prime imprenditrici in Italia, donna creativa ed intraprendente. Presidieremo politicamente l’evolversi della vertenza ed il rispetto del piano presentato nel 2016, affinché vengano assicurate garanzie di piena produttività allo stabilimento di San Sisto. Ma – conclude – dalla città di Perugia mi aspetto una mobilitazione importante e partecipata in difesa di un simbolo della peruginità”. RED/as

Leave a Reply