VIABILITÀ: INVESTIMENTO PREVISTO DA ANAS, EUROCOMMERCIAL E COMUNE DI PERUGIA PER GLI INTERVENTI RELATIVI A INSEDIAMENTO IKEA A COLLESTRADA

download

download(Acs) Perugia, 6 luglio 2018 – I consiglieri regionali del Partito democratico, Carla Casciari e Giacomo Leonelli, annunciano un’interrogazione alla Giunta per “conoscere nel dettaglio il progetto relativo alla nuova viabilità prevista a Collestrada in conseguenza dell’insediamento di Ikea, che sembrerebbe non tenere comunque in giusta considerazione gli ingenti flussi di traffico provenienti dal nuovo collegamento Perugia – Ancona e dalla E45 direzione Nord-Sud”. I consiglieri del Pd vogliono “conoscere anche “l’ammontare delle risorse finanziarie messe a disposizione da Anas, Eurocommercial e Comune di Perugia per la realizzazione degli interventi previsti per la viabilità principale e secondaria e per conoscere i tempi di realizzazione previsti per il nodo di Perugia, in particolare della viabilità di raccordo tra il nuovo svincolo di Madonna del Piano e l’area ospedaliera di Sant’Andrea delle Fratte, così come deliberato dall’Assemblea Legislativa nel maggio 2017”.

“Secondo il progetto del Comune di Perugia – ricordano Casciari e Leonelli – la ‘nuova Collestrada’ è destinata a diventare il complesso commerciale più importante dell’Umbria e prevede l’ampliamento e l’apertura del nuovo punto vendita Ikea entro il 2021. Si tratta di un’operazione dai costi molto elevati, per un importo ad oggi quantificato in circa 140milioni di euro; considerato l’impatto su un’area già congestionata dal traffico, si è pensato un intervento consistente sulla viabilità, con la previsione, tra l’altro, di ingressi e uscite differenti a seconda della provenienza, per una gestione controllata del traffico. Sempre da quanto risulta dal progetto in corso di perfezionamento, in attesa dell’iter burocratico amministrativo, l’edificabilità complessiva disponibile risulta essere di 47mila mq di cui ne saranno utilizzati 44mila 500, con la previsione di 25mila mq  destinati a Ikea e la restante parte per l’ampliamento del centro commerciale nella galleria, che incorporerà diversi marchi e che sorgerà nell’attuale area destinata a parcheggio”.

“È evidente – proseguono – che la questione della viabilità è di primaria importanza anche per la vivibilità di un’area densamente popolata. Saranno necessarie diverse modifiche urbanistiche in questo territorio nei prossimi anni, al fine di gestire al meglio i tre flussi principali di traffico: la direttrice da Assisi-Foligno che attualmente rappresenta il 40 per cento dei visitatori dell’Ipercoop, quello proveniente da Perugia di altrettanta portata ed il flusso da Nord, che a breve vedrà il raccordo con la Perugia–Ancona in via di completamento. L’obiettivo è di evitare un blocco costante delle arterie stradali, che porterebbe diversi problemi per il traffico cittadino, già abbastanza congestionato. Sempre sulla base di quanto sta emergendo in questi mesi, il progetto prevederà  possibilità di accesso diversificate per i visitatori provenienti dalle diverse arterie viarie: una variante al traffico che arriva dalla SS75 verrà deviata già all’uscita di Ospedalicchio dove verrà recuperata una strada esistente che bypassa l’attuale svincolo e permetterà di arrivare al centro commerciale senza percorrere il nodo. Coloro che provengono da Perugia o Roma defluiranno in modo più scorrevole grazie alla previsione di un’altra corsia. Nulla è invece previsto per alleggerire il transito da Nord che a breve raccoglierà ulteriore traffico considerato l’imminente completamento della Perugia–Ancona e poco chiara appare la viabilità secondaria per e da Ponte San Giovanni”.

“Governo, Regione ed Anas – si legge nell’atto a firma Casciari-Leonelli – attraverso un accordo si sono impegnati destinando 73milioni di euro per il miglioramento funzionale dell’intera area di Collestrada. Ad oggi – concludono – non è chiara però la quantificazione delle risorse che Anas, Eurocommercial ed il Comune di Perugia hanno intenzione di investire per gli interventi necessari alla realizzazione della  viabilità della “nuova Collestrada”. RED/pg

Leave a Reply