VIABILITÀ: REALIZZARE UNA NUOVA ROTATORIA A PONTE FELCINO

Carla Casciari Umbria
Carla Casciari Umbria“Quali sono gli intendimenti della Giunta regionale in merito alla realizzazione di una nuova rotatoria lungo la strada provinciale 174 di Ponte Felcino al fine di migliorare la viabilità di un tratto di strada altamente trafficato e d’importanza strategica per l’accesso ad aree urbane ed industriali della zona di Ponte Felcino e Ponte Valleceppi”. Questo il contenuto dell’interrogazione presentata dai consiglieri regionali Carla Casciari (Partito Democratico) e Silvano Rometti (Socialisti e Riformisti).
Nell’atto i consiglieri di maggioranza spiegano che “la strada 174, cosiddetta della Molinella, che attraversa la zona di industriale di Ponte Felcino e si connette alla superstrada E45, è una strada molto trafficata anche in ragione della presenza di molti stabilimenti industriali e commerciali che per le loro attività concentrano nella zona un significativo volume di traffico. Si pensi che da solo lo stabilimento di Pac 2000A movimenta una media quotidiana di oltre 400 mezzi pesanti e oltre 950 autovetture. Inoltre la strada in questione obbliga ad un percorso articolato per l’accesso ai due sensi di marcia, un tragitto che consta anche di due sottopassaggi e non è certo agevole per autocarri e autoarticolati”.
“La sistemazione della viabilità dell’area – spiegano Casciari e Rometti – è una necessità anche per la sicurezza stradale. In corrispondenza dell’uscita della superstrada sia dal lato dell’abitato di Ponte Felcino che in direzione Ponte Valleceppi ci sono due strade di scorrimento (via Carucciola da Ponte Valleceppi e via dell’Ala da Ponte Felcino) e due mini rotatorie che costituiscono un elemento di confusione e sono spesso luogo di incidenti. Pertanto – concludono i consiglieri – considerato che in entrambi di lati della strada ci sono spazi e terreni disponibili alla realizzazione di una rotatoria di raggio adeguato, auspichiamo che la Giunta voglia attivarsi per quest’opera che migliorerebbe la viabilità dell’area, agevolerebbe il transito dall’uscita della superstrada verso il centro storico di Perugia e migliorerebbe la fruibilità dell’accesso al centro abitato di Ponte Felcino e all’area di Ponte Valleceppi”.
(Fonte Acs News, 29 febbraio 2016)

Leave a Reply